Allappante Wine&Foodzine di Riccardo Milan: vino, cibo, riflessioni, letteratura ed attualità gastronomica fra il Lago d'Orta e (un poco di) mondo.

0

Dopo la Pasta Fascista, quella Futurista

La storiella senza senso della pasta “fascista” mi ha fatto tornare in mente il Futurismo, la colonna portante della cultura del primo fascismo (quello rivoluzionaio, sansepolcrino). I futuristi detestavano la tradizione e “combatterono” una simbolica battaglia conto la pastasciutta, emblema di “passatismo”, come i musei, il romanticismo, etc etc. Appesantiva, rallentava, rendeva lenti…

0

Un Tappo Natalizio

Una coppa di appassionati trekker ha ritrovato un curioso tappo da vino della Prima Guerra Mondiale ed un’azienda veneta lo ha riprodotto in mille esemplari, procedendo poi alla conservazione dello stesso.

0

La Gente è Stupida

I polacchi non erano mica peggiori degli svedesi nel dar da mangiare alle galline e poi ucciderle. La qualità non aveva nulla a che vedere con i confini nazionali.
“La gente è stupida”, sentenziò Bosse. “In Francia la carne francese è la migliore, in Germania quella tedesca. Lo stesso vale in Svezia. Quindi per il bene di tutti tralascio qualche particolare”.

0

Tutti i Vini del Mondo

Ier sera ho guardato il film “I recuperanti” di Ermanno Olmi su RaiPlay. L’ho rivisto, in realtà, perché lo vidi anni fa in Tv con mio padre che ne era entusiasta. Ed ora capisco perché: c’è il Veneto della sua infanzia, della fatica, della povertà, del culto della Grande Guerra, del disprezzo della guerra e dei potenti, dell’originale spirito anarchico che aleggia… c’è il vino.

0

Come Spendo?

Insomma, ho cercato di dire al mio allievo. Come spesso succede c’è chi vince e c’è chi perde. E non sempre per colpa sia pure parziale dei perdenti. Ma sia quel che sia, c’è anche chi vince. E bene.

0

Tutta Bella?

Ascolto la presentazione della tessera del socio delle Pro Loco italiane. Quest’anno si festeggia e si celebra un altro sito Unesco: le colline del Prosecco… Conegliano e Valdobbiadene, la “core zone” dell’immensa produzione dell’omonimo vino. Ci dicono che solo il 40% della superficie verde è destinata alla produzione di uva, il resto “è bosco” (Marina Montedoro)

0

Un Vino Rilassante

Ci piace e così, bicchiere dopo bicchiere, la finiamo. E poi stiamo bene, rilassati. Io leggo qualcosa e poi vado a nanna. Tranquillo, senza preoccuparmi se domani avemo un nuovo governo. Notte!

1

La Pasta Fascista

Infuria la polemica perché una ditta di pasta avrebbe chiamato alcuni suoi formati con i nomi dati nel Ventennio, fra tutti spicca l’Abissinia (nome di fantasia dato dagli Italiani all’Etiopia). Apriti cielo! La polemica infuria: qualcuno (ma chi? Non è chiaro. E se fosse una manovra pubblicitaria?) polemizza e la destra ricambia: “siete dei fanatici, siete degli esagerati! (rivolta a chi? Ai comunisti? A Soros? All’Europa? A chi?)”

0

Vino da Avanzi

Meno male che avevo avanzato un quarto di Buttafuoco Storico doc del 2015, figlio dell’enologo Emilio Defilippi e bandiera del Club di produttori che ogni anno fanno la bottiglia comune, affidandola alle scelte di un enologo diverso. Emilio, in questo caso, aveva creato un vino corposo, caldo di alcol (15°) in cui le sensazioni dolci ed amare si mescolavano alternandosi e, miracolosamente, armonizzandosi.

0

#welcomeoltrepo

Sono felice di aver incontrato nuovamente la Cantina La Versa, di cui ho sempre apprezzato i prodotti. So che ha avuto delle traversie, ma oggi ha voglia di ritornare quella che era. Ottimo. Ottimo anche il vino che ho assaggiato ieri

0

Prendiamo Atto

Intanto il virus ha dimostrato che non esistono frontiere e che i problemi di qui sono causati da scelte di là. Il futuro crea angoscia, ma non c’è alternativa.

0

Prendete il libretto “Food & Wine: dal novarese al Vco un territorio a gustare”: è gratis ed è pieno di informazioni e ricette e foto. Il libretto è stato stampato dal Distretto Turistico dei Laghi e dall’Atl di Novara. Fatevi affascinare dalle belle foto delle ricette, leggetele e poi provate a catalogarle. Sì, davvero un bel su e giù fra ricette familiari e ripetibili ed altre assai complesse, molto ricercate e di difficile ripetibilità.

0

I Vini dell’MD

Ogni tanto si faceva tentare dal vino, di solito assai modesto ma certo in linea con il prezzo richiesto. Per cui oggi sono qui che sfoglio il catalogo e mi chiedo quale di questi (ed altri, ce ne è un’offerta ampia) avrebbe scelto per fare dei regali, per condividere con gli amici. Non so, ma a lei e a tutti Buone Feste e con il vino che preferiscono!