Categoria: Vini

0

Lago in Rosa

Le cantine che apriranno le loro porte al pubblico durante il penultimo fine settimana di maggio sono: Aldo Adami, Bergamini, Cà Bottura, Casetto, Costadoro, Garda Natura, Gorgo, Guerrieri Rizzardi, Il Pignetto, La Rocca, Le Ginestre, Marchesini Family, Monte del Frà, Monte Zovo, Righetti Dante, Roccolo del Lago, Valetti. Chi è interessato a partecipare all’iniziativa può contattare autonomamente le singole realtà per prenotare e pianificare la propria esperienza enogastronomica in rosa: sul sito del Consorzio del Chiaretto di Bardolino (consorziobardolino.it) vengono riportate tutte le indicazioni per la prenotazione delle varie proposte di visita e di degustazione messe a disposizione dalle varie cantine.

0

Complimenti al Blangé

L’ho trovato ben fatto ma sobrio, poco intrigante nei profumi ed altrettanto poco lungo e ricco al gusto. Buono ma non ottimo.

0

Profumi Polisemici

Non rompete l’incanto di queste parole, le immagini che portano con sé. Rimanete lì. Non incominciate a parlare di profumi primari, secondari… di fiori e di frutti… Lasciate stare: godetevi il vino e le immagini che porta con sé. Rimanete in poesia.

0

Il Prosecco non è uno Champagne Minore

La battuta è di Pietro, commentando il mio ultimo post sullo champagne. “Il prosecco è uno champagne minore, dei poveri”. No, non lo è. E’ un prodotto diverso. Io lo trovo, nella versione brut, anche meglio: più facile da bere, meno impegnativo…

0

E’ inutile: Piace!

E’ inutile menarla col nazionalismo gastronomico: “prodotto italiano”, “100×100 italiano”… ed amenità varie legate all’autarchia. E’ inutile se si parla di champagne.

0

Ho Sognato lo Sciacchetrà

Avrei voluto riassaggiarlo, ma dopo il mio “arresto” sono passati anni prima di tornare. E a Monterosso intanto l’osteria è sparita e se ne è anche persa traccia e lo Sciacchetrà poi è diventato (o lo è sempre stato?) un vino passito. Buono ma meno buono del rosso corposo della mia fumosa giovinezza. Forse l’ho sognato ed il sogno è poi diventato parte di me, dei miei ricordi. O forse no.

0

Ottima Nascetta

Ottima la Nascetta Poderi Cellario del 2015 assaggiata giovedì sera al Corso sui vini. Profumo, corpo, mineralità, sapidità ed un asciutto dato dall’ossidazione; e poi sorpresa data l’età.

0

Un Vino da Record

Un vino che in un colpo solo ha frantumato tre record personali: si tratta infatti del barbera più caro che abbia mai comprato (21 euro!); inoltre è il più alcolico che abbia mai assaggiato (15,5°!); e, come cappello, si tratta del vino più costoso e più alcolico che io abbia visto con tappo a vite! Tre record infranti in un colpo solo!

0

Andiamo?

Chiedo poi a Giuseppina, a Lauren, a Monica, a Mirco (e a chi vuole aggiungersi): ci andiamo? Leggo e riporto, un po’ trasformando: “I vini di montagna di Italia, Francia, Svizzera, Austria e Slovenia saranno in mostra a Trento il 26 e il 27 marzo pv. In più ci saranno artigiani del cibo, artisti e momenti di approfondimento per un ricco programma. Sede, la Fiera di Trento. Oltre alle decine di artigiani del vino, produttori, ristoratori ed artisti provenienti da tutte le regioni cisalpine e da Francia, Austria, Svizzera e Slovenia”: già interessante.

0

Prosecco vs Prosecco

Prima o poi la bolla esploderà: il successo del Prosecco si ritorcerà contro. Il fatto è che sta veleggiando verso il miliardo di bottiglie. Una montagna di bottiglie in cui, però, c’è dentro di tutto.

0

Remember Sanvino

Mi sono regalato e ho regalato il bel libretto Omegna Sconosciuta di Renato Barberis. Il mio interesse è dovuto al fatto che l’Autore dedica ben due pagine a Sanvino (78 e 79) con tante belle fotografie della serie “come eravamo giovani… come eravamo più magri… etc etc).

0

Terre del Barolo

Simpatici. Prima di Natale son passato a comprare qualche bottiglia (sei) e me ne hanno regalata una personalizzata (e fa sette). Ne ho assaggiati (gratis) altri tre.