Categoria: Cronache Locali

0

Il Sabato a Che Bolle

Ci sarò anch’io a Che Bolle a Castelletto, in quel grande bar un po’ vegetariano e un po’ biologico che si vede fin dalla strada. Io sarò lì a presentare i vini de La Camelia d’Oro

0

Ecco il Sapeg

Venerdì questo inizia il Sapeg nel castello di Novara. Si tratta di una mostra mercato di prodotti enogastronomici piemontesi. soprattutto dell’Alto Piemonte. Da quest’anno collaboro anch’io, organizzando un banco di assaggio vini piemontesi. Ho selezionato alcuni produttori ed imbottigliatori, senza la pretesa di essere esaustivo ma solo indicativo della ricca produzione vitivinicola della regione.

0

Il Mistero di Sanvino e Piazza 8 Marzo

Ad un certo punto della storia abbiamo sbagliato i conti ed abbiamo perso per strada un anno. Sarà stato l’alcol o la nostra giovanile goliardia, ma così è stato. Le edizioni di Sanvino sono state 14 e noi ne abbiamo segnate tredici, ripetendo l’undicesima edizione due volte. Ce ne accorgiamo solo ora, che tutto è finito. 

0

Piccole cose grandi

Ecco, il Gigi Bar di Stresa, rinnovato da alcuni mesi, mi ha sorpreso per questa piccola cosa: le patatine fritte fatte da loro, le chips per capirci. L’arredo è bello, può piacere o meno; il vino non era male e il toast era buono. Ma le patatine, quelle sì mi hanno davvero colpito. Bravi, le piccole cose fanno belle i luoghi, le persone e i momenti. Grazie.

0

Mottarone come Kabul

Il tendone del Wine Festival sembrava però un ospedale da campo, a Kabul come idea: su un terreno di sabbia, sassi e terra… polvere che si alzava ad ogni passo e l’incedere attento per non metter il piede in fallo su un sasso.
Il Festival era sì bello; i vini proposti di buon livello (vedi, per esempio, le sperimentazioni spumantistiche di Paolo Ferri), ma quel piazzale abbandonato e dimenticato mi ha fatto venire in mente la leggerezza che ha causato la morte di tante persone.

0

Un Locale Originale

La Caffetteria di Quartiere di Casa Ceretti a Verbania è un locale coraggioso, oltrechè bello. Ha infatti deciso di usare quasi esclusivamente prodotti locali, il che per i liquori non è sempre agevole.

0

Germana e i Lamponi

Un risotto magnifico, cara Germana, sia detto: morbido, fresco… estivo. “Un brodo di verdure e poi la mantecatura a freddo con i lamponi frullati… formaggio pecorino e foglie di menta a decorare e dare profumo”. Un risotto strepitoso

0

Ode alle Radici

Un libro per appassionati di storia locale, certo; ma adatto anche a chi ama raccogliere erbe spontanee (“foraging” per gli addetti ai lavori); o vuole recuperare la tradizione a tavola (amatore o professionista della cucina che sia). Piacevole, leggero, sfogliabile. Bello.

0

Fiori e Vino

Le tre camelie: la Alba, la Rosea e la Rubra sono tre vini commercializzati dall’Azienda Agricola La Camelia d’Oro – Orsola Poggi di Oggebbio, sul Lago Maggiore. Sul Maggiore fanno fiori e piante, ortaggi e frutti; sul Lago di Garda, invece, grazie ad un terreno arrivato per asse ereditario, fanno tre vini lacustri che vendono negli stessi canali utilizzati per vendere frutta, verdura e fiori.

0

La Cena dei Coscritti

Come è il romanzo e di che parla? Di che parla lo rimando ad una vostra lettura; com’è invece ve lo posso dire. Almeno, quella che è la mia opinione. E’ una favola gotica: ha infatti un andamento fiabesco ma ben presto scivola verso il nostro horror quotidiano

0

Se Ho Caldo

Se ho caldo e non ho altri rimedi, entro nel supermercato Aldi di Gravellona Toce. Se gli altri negozi sono freschi, lui è freddo. Ti raffredda in un istante e poi non vuoi più uscire. Entro, prendo un carrello (non c’è ancora il racket dei carrelli e dunque nessuno che ti chiede l’euro), comincio a ciondolare fra le corsie, intanto telefono, mando messaggi, leggo la corrispondenza.