Wow Toscana! Finiamo i bianchi…

Come dicevo nel post precedente: sono stati molti i vini degustati. Adesso finiamo di raccontare dei vini bianchi. Poi scappo che ho consigli di classe… Il terzo era un Muller Thurgau Le Meridiane del 2007, 12,5° gradi per volume. Si tratta di una piccola azienda vitivinicola che da poco è commercializzata da Delle Vigne. I profumi sono delicati, di uva spina, di fiori bianchi. In bocca è fresco, magro, beverino. Con un che di vegetale che si mescola al dolce. Buono. Ma il "drinkmaster" lo ha messo lì solo per fare uno stacco, visto che poi arrivano due Gewurztraminer aromatici, assai diversi fra loro. Prima uno de Le Meridiane, annata 2007, 14°, che profumava di fiori bianchi, di fragranza di pane, note di alcol da cognac, un che di vegetale; in bocca è corposo, dolce, ma abbastanza fresco da renderlo beverino. Anche se, al mio palato, risulta fin troppo morbido. Discreto. Ancora meno beverino, poi, il Gewurztraminer Alsace Grand Cru Schoenenbourg, un vino profumatissimo: zafferano, miele, frutta a polpa bianca matura… un gran bouquet. In bocca è grasso, corposo, dolce, con freschezza appena accennata. Troppo. Buono, ma troppo. Per me, da sorseggiare più che da bere. Un grande vino, sia detto. Ma io preferisco bere. Eros se ne innamora e ne compra un po’ di bottiglie (e non sono proprio a buon mercato!). Paolo è con me. Davide ed Andrea oscillano, possibilisti. Non male, comunque. Se finissi su di un’isola deserta, mi piacerebbe che la risacca me ne portasse una qualhe cassa… Non so se avete capito. Prima di scrivere dei vini rossi assaggiati, infine, due parole sulle aziende. Le Meridiane è un’azienda trentina che ha i vigneti su un cucuzzolo che dicono essere un’antico cenotafio. Andremo a vedere. La ditta alsaziana, invece, è una cantina cooperativa fra le più importanti di Francia. Adesso scappo. Al prossimo post!

Visite: 811

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.