Luigi Patrone: Amico e Maestro

L’anno scorso ti avevo visto, dopo lunga assenza, sempre elegante al Lago d’Orta Wine Festival, sul Mottarone. Silvia ci ha scattato una foto insieme, l’ultima. La devo cercare. Tu eri vestito come sempre, elegante. Poi sei di nuovo scomparso, un male fastidioso, un’operazione forse ritardata, la fatica di vivere, il cuore che cede… Ti sono venuto a salutare: gli amici ti hanno vestito per l’ultima volta con il tuo completo elegante. Sembravi sempre tu, uguale a quando ti vidi la prima volta. Però questa volta niente vino, solo lacrime.
Luigi Patrone ed una ex allieva al Congresso Amira

Ti stava ancora bene quella giacchetta panna da maitre. Quella sarebbe stata l’ultima, quella targata Amira. E poi ti sono state bene le tante altre portate con eleganza negli anni di scuola, quando insegnavi sala all’Istituto Alberghiero di Arona. La tua figura tonda prendeva slancio indossando eleganza. Lo sapevi e te lo facevano notare le signore negli anni in cui, giovane, lavoravi sulle navi da crociera. Ah, che serate, che avventure nei porti del mondo, che vini eccezionali assaggiati con l’arte dei Camerieri. Avevi 14 anni e alla fine della prima stagione ti facesti spedire dei soldi. Ah ah un giovane, modesto provinciale che affronta il grande mondo, che si perde per i locali di Acapulco e spende tutto! Che sorpresa, che felicità, che estasi avrai provato al contatto con vite diverse, giovani donne, libertà, vite ricche… lo ricordavi ancora dopo anni. Eri stato poi elegante anche nelle stagioni sul Lago, con tua moglie che ti voleva a casa a crescere con lei  l’amata figlia; ed eri elegante anche quando  insegnavi ai corsi sul vino dell’Aims e quando ti dedicavi, pensionato, alla Pro Loco del tuo paese. Io ti ho seguito, ti ho aiutato, ho condiviso con te molte cose: cultura del vino, serate, passeggiate gastronomiche, bisboccia con gli amici. Tanta bisboccia. Siamo anche stati critici gastronomici per conto dell’ATL del Lago Maggiore: ricordi? Ci stimavano, facevamo molto insieme. Poi un lento chiudersi, forse per il perdere affetti ed amicizie. L’anno scorso ti avevo visto, dopo lunga assenza, sempre elegante al Lago d’Orta Wine Festival, sul Mottarone. Silvia ci ha scattato una foto insieme, l’ultima. La devo cercare. Tu eri vestito come sempre, elegante. Poi sei di nuovo scomparso, un male fastidioso, un’operazione forse ritardata, la fatica di vivere, il cuore che cede… Ti sono venuto a salutare: gli amici ti hanno vestito per l’ultima volta con il tuo completo elegante. Sembravi sempre tu, uguale a quando ti vidi la prima volta. Però questa volta niente vino, solo lacrime.

Visite: 58

Riccardo Milan

Riccardo Milan Professore, giornalista, gastroantropologo e blogger. Professore della scuola alberghiera “Erminio Maggia” di Stresa; giornalista pubblicista (iscritto all'Ordine dei Giornalisti del Piemonte tessera n° 59377 del 6 - 6 - 1991), blogger con il blog Allappante.it, dall'ottobre 2017 linkato da La Voce di Novara on line; direttore della rivista "Paese Mio" edita dal Comitato Unpli del Piemonte; collaboratore di "Arcobaleno d'Italia"; ha scritto anche due libri di cucina, nonché altri di storia locale; si è occupato per anni di cultura materiale: vino, gastronomia, cucina per lo più tipica, storia di...; docente a tempo in alcuni centri di formazione professionale, anche nel carcere di Verbania; consulente per la realizzazione e gestione di carte dei vini, corsi e didattica sui vini e sui prodotti tipici. Ha collaborato ad inizio Duemila con la Fic (Federazione Italiana Cuochi), in segreteria e nella redazione della rivista "Il Cuoco". Allievo di Luca Maroni. Già membro dell'Aies, dell'Adam (diplomato Idrosommelier) e dell'Aims. Organizzatore e collaboratore di banchi di assaggio vini, Sanvino, Lago d'Orta Wine Festival., Chebolle e Sapeg. Da inizio 2022 Fiduciario della Condotta Verbanese di Slow Food. Socio ed ex presidente dell'Associazione Turistica Pro Loco di Omegna; membro da più mandati della Giunta Provinciale Unpli Vco e del Consiglio regionale Unpli, della Giunta del Piemonte da due mandati; e dal 2016 al 2020 nel Consiglio nazionale Unpli. E' stato donatore AVIS ed ora collabora con la onlus Maresca di Santhià. Vive da sempre sul Lago d’Orta, fra Omegna e Bolzano Novarese.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.