Piatto Bianco, Piatto Nero?

La breve discussione ieri pomeriggio, durante lo showcooking di Massimiliano Celeste a a Villa Giulia a Verbania. Tema “Cucinare con le Camelie”. Lo chef stellato ha raccontato alcune cose sul “risotto moderno” (un risotto base delicato a cui si aggiungono alla fine i vari elementi), su come essere delicati (attenzione alla cipolla e al sedano), su come usare le foglie di camelia (attenti, tende all’amaro), su quantità di riso (dai 40 agli 80 grammi), sui risi stagionati (3 – 7 anni che non necessitano di tostatura)… una dimostrazione più che una lezione, però: alcuni elementi non li ha svelati (come si fa un’emulsione di camelie? Come dare colore col succo di barbabietola marinato (e come si fa?)? Perché un riso invecchiato non deve essere tostato? Come si preparano i germogli di piselli per decorare?…).

Alla fine della preparazione, la scelta di impiattare su due piatti diversi: uno nero ed uno bianco ed una breve discussione con Giuseppina che mi aveva accompagnato: lei bianco in primis ma anche nero; io bianco e mai nero, anche se mi piacciono i piatti colorati. Gusti. Una cosa è però certa: il nero fa spiccare il risotto, mentre il bianco fa un tutt’uno. Mi verrebbe da dire: a casa bianco, al ristorante nero. Ma sono solo impressioni.

Visite: 69

Riccardo Milan

Riccardo Milan Professore, giornalista e blogger Professore della scuola alberghiera “Erminio Maggia” di Stresa; giornalista pubblicista (iscritto all'Ordine dei Giornalisti del Piemonte tessera n° 59377 del 6 - 6 - 1991), blogger con il blog Allappante.it, dall'ottobre 2017 linkato da La Voce di Novara on line; direttore della rivista "Paese Mio" edita dal Comitato Unpli del Piemonte; collaboratore di "Arcobaleno d'Italia"; ha scritto anche due libri di cucina, nonché altri di storia locale; si è occupato per anni di cultura materiale: vino, gastronomia, cucina per lo più tipica, storia di...; docente a tempo in alcuni centri di formazione professionale, anche nel carcere di Verbania; consulente per la realizzazione e gestione di carte dei vini, corsi e didattica sui vini e sui prodotti tipici. Ha collaborato ad inizio Duemila con la Fic (Federazione Italiana Cuochi), in segreteria e nella redazione della rivista "Il Cuoco". Allievo di Luca Maroni. Già membro dell'Aies, dell'Adam (diplomato Idrosommelier) e dell'Aims. Organizzatore e collaboratore di banchi di assaggio vini, Sanvino, Lago d'Orta Wine Festival., Chebolle e Sapeg. Socio attivo di Slow Food, condotta verbanese. Socio ed ex presidente dell'Associazione Turistica Pro Loco di Omegna; membro da più mandati della Giunta Provinciale Unpli Vco e del Consiglio regionale Unpli, della Giunta del Piemonte da due mandati; e dal 2016 al 2020 nel Consiglio nazionale Unpli. E' stato donatore AVIS ed ora collabora con la onlus Maresca di Santhià. Vive da sempre sul Lago d’Orta, fra Omegna e Bolzano Novarese.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.