Cornacchie

Lascio la macchina un poco più in giù, sotto il vecchio collegio che una volta fu luogo per giovani vip ed ora è una scuola pubblica; parcheggio in un arrugginito campo da calcetto/basket in cemento. Parcheggio e cammino su una superficie puntellata da gusci di noce vuoti e secchi. Prima di arrancare sui gradini scivolosi in sassi tondi, mi guardo intorno alla ricerca del noce. Ma non l’ho mai trovato. 

Per settimane ho pensato che fosse nascosto in mezzo alla rinata vegetazione. Un po’ come ti capita in montagna, d’estate, quando cammini sul sentiero e trovi per terra piccoli frutti: mele, ciliegie, frutta selvatica. Alzi lo sguardo e cerchi in mezzo al verde l’origine. Non trovi e prosegui il cammino.

Poi, una mattina tardi esco da scuola e raggiungo l’auto da un’altra strada. E la vedo: vedo una bella cornacchia bicolore, grossa e dallo sguardo vivace, con in bocca una noce. Si alza in volo e la fa cadere sul cemento. E poi corre a nutrirsene. 

Mentre la guardavo ammirato, pensavo che sì, noi possiamo sparire, arrugginire come il campetto sottostante, riempirci d’erba come l’aristocratico campo da tennis in terra rossa… ecco, noi possiamo ma lei, la vita, proseguirà. 

Visite: 96

Riccardo Milan

Riccardo Milan Professore, giornalista e blogger Professore della scuola alberghiera “Erminio Maggia” di Stresa; giornalista pubblicista (iscritto all'Ordine dei Giornalisti del Piemonte tessera n° 59377 del 6 - 6 - 1991), blogger con il blog Allappante.it, dall'ottobre 2017 linkato da La Voce di Novara on line; direttore della rivista "Paese Mio" edita dal Comitato Unpli del Piemonte; collaboratore di "Arcobaleno d'Italia"; ha scritto anche due libri di cucina, nonché altri di storia locale; si è occupato per anni di cultura materiale: vino, gastronomia, cucina per lo più tipica, storia di...; docente a tempo in alcuni centri di formazione professionale, anche nel carcere di Verbania; consulente per la realizzazione e gestione di carte dei vini, corsi e didattica sui vini e sui prodotti tipici. Ha collaborato ad inizio Duemila con la Fic (Federazione Italiana Cuochi), in segreteria e nella redazione della rivista "Il Cuoco". Allievo di Luca Maroni. Già membro dell'Aies, dell'Adam (diplomato Idrosommelier) e dell'Aims. Organizzatore e collaboratore di banchi di assaggio vini, Sanvino, Lago d'Orta Wine Festival., Chebolle e Sapeg. Socio attivo di Slow Food, condotta verbanese. Socio ed ex presidente dell'Associazione Turistica Pro Loco di Omegna; membro da più mandati della Giunta Provinciale Unpli Vco e del Consiglio regionale Unpli, della Giunta del Piemonte da due mandati; e dal 2016 al 2020 nel Consiglio nazionale Unpli. E' stato donatore AVIS ed ora collabora con la onlus Maresca di Santhià. Vive da sempre sul Lago d’Orta, fra Omegna e Bolzano Novarese.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.