Sopra Palinuro

M’intercetta in vacanza Paul Balke e m’invita ad andare con lui a visitare un’azienda vinicola del Cilento. C’incontriamo usando Google Map ad Agropoli e da lì, in mezzo ad una bella natura e percorrendo una strada saliscendi, curveecontrocurve… arriviamo sopra Palinuro, azienda Albamarina; sotto, lontano, brilla il mare; siamo sopra, nel comune di Centola. Qui, con un poco di pathos (“passerà l’auto in questa strada?), qualche tentennamento (“prendiamo l’altra strada”), alla fine arriviamo all’azienda romita.

Lì, il boss Mario Notaroberto, ci accoglie in pantaloncini di jeans e a petto nudo. Sembra Caronte. Lo seguiamo con un poco di sussiego: ci porta in una stanza senza sedie e ci fa assaggiare un vino lì, in piedi. Lo assaggiamo e poi ci confrontiamo. Qualche chiacchiera ed ecco che, esame passato, ci porta ad un tavolo, si mette una maglia e ci fa assaggiare tutta la sua produzione. E ci parla di lui, della sua vita in Lussemburgo, dei figli che continuano le sue attività ristorative, della sua voglia d’intraprendere nel Cilento, del sogno di una cantina all’avanguardia da costruire…

Un vino segue l’altro e notiamo con piacere che si tratta di vini fatti bene, dove freschezza e dolcezza si equilibrano bene; profumi e gusti ben espressi. Buoni il Primula fiano igt Paestum e il Valmezzana Cilento fiano dop; caldi ed espressivi i rossi Futos aglianico ogp Paestum e l’Agriddi aglianico dop Cilento. Un po’ meno aprrezzato il rosato Maricinè Rosé igt Paestum. Ma il rapporto qualità – prezzo gioca comunque a favore.

Ci lasciamo con la promessa di rivederci e così sarà: è un produttore da seguire con attenzione. Non fosse altro per i modi inconsueti.

Visite: 110

Riccardo Milan

Riccardo Milan Professore, giornalista e blogger Professore della scuola alberghiera “Erminio Maggia” di Stresa; giornalista pubblicista (iscritto all'Ordine dei Giornalisti del Piemonte tessera n° 59377 del 6 - 6 - 1991), blogger con il blog Allappante.it, dall'ottobre 2017 linkato da La Voce di Novara on line; direttore della rivista "Paese Mio" edita dal Comitato Unpli del Piemonte; collaboratore di "Arcobaleno d'Italia"; ha scritto anche due libri di cucina, nonché altri di storia locale; si è occupato per anni di cultura materiale: vino, gastronomia, cucina per lo più tipica, storia di...; docente a tempo in alcuni centri di formazione professionale, anche nel carcere di Verbania; consulente per la realizzazione e gestione di carte dei vini, corsi e didattica sui vini e sui prodotti tipici. Ha collaborato ad inizio Duemila con la Fic (Federazione Italiana Cuochi), in segreteria e nella redazione della rivista "Il Cuoco". Allievo di Luca Maroni. Già membro dell'Aies, dell'Adam (diplomato Idrosommelier) e dell'Aims. Organizzatore e collaboratore di banchi di assaggio vini, Sanvino, Lago d'Orta Wine Festival., Chebolle e Sapeg. Da inizio 2022 Fiduciario della Condotta Verbanese di Slow Food. Socio ed ex presidente dell'Associazione Turistica Pro Loco di Omegna; membro da più mandati della Giunta Provinciale Unpli Vco e del Consiglio regionale Unpli, della Giunta del Piemonte da due mandati; e dal 2016 al 2020 nel Consiglio nazionale Unpli. E' stato donatore AVIS ed ora collabora con la onlus Maresca di Santhià. Vive da sempre sul Lago d’Orta, fra Omegna e Bolzano Novarese.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.