Un antico agriturismo

Un antico agriturismo

Se passate da Murazzano, potreste provare l’Agriturismo Rumè, fra i primi agriturismi del Piemonte per età. Ed è infatti un viaggio nel tempo: quando gli agriturismi avevano solo il menù fisso, rustico; la prenotazione era obbligatoria; gli spazi ricavati fortunosamente; i prezzi popolari.

Si mangia, infatti, ciò che viene proposto: non c’è carta. Si mangia tanto, rustico e buono; il vino che danno è semplice dolcetto. Ma hanno anche una breve carta dei vini. Potete un po’ spaziare, se avete un palato curioso ed allenato. Comunque, evitate la cena o il pranzo precedente alla vostra visita: si mangia tanto. Il cibo è buono e vale la pena di provare tutte le portate: carni, salumi, formaggi, intingoli, paste ripiene, dolci…

Non bevete troppo, comunque, potreste infilare la porta della cucina, invece che quella del bagno. Sono accanto. Inoltre chiudete la porta e fate poco rumore, potrebbero sentirvi: tutto è sottile e aperto. Un bagno fuori sarebbe meglio.

Vendono anche la Tuma di Pecora delle Langhe e Salami casalinghi. Ma io non ho approfittato.

La prossima volta: a) non mangio il giorno prima; b) mi porto la doggy bag; c) scelgo un vino dalla carta; d) mi porto l’imodium.

 

Visite: 1597

Riccardo Milan

Riccardo Milan Professore, giornalista e blogger Professore della scuola alberghiera “Erminio Maggia” di Stresa; giornalista pubblicista (iscritto all'Ordine dei Giornalisti del Piemonte tessera n° 59377 del 6 - 6 - 1991), blogger con il blog Allappante.it, dall'ottobre 2017 linkato da La Voce di Novara on line; direttore della rivista "Paese Mio" edita dal Comitato Unpli del Piemonte; collaboratore di "Arcobaleno d'Italia"; ha scritto anche due libri di cucina, nonché altri di storia locale; si è occupato per anni di cultura materiale: vino, gastronomia, cucina per lo più tipica, storia di...; docente a tempo in alcuni centri di formazione professionale, anche nel carcere di Verbania; consulente per la realizzazione e gestione di carte dei vini, corsi e didattica sui vini e sui prodotti tipici. Ha collaborato ad inizio Duemila con la Fic (Federazione Italiana Cuochi), in segreteria e nella redazione della rivista "Il Cuoco". Allievo di Luca Maroni. Già membro dell'Aies, dell'Adam (diplomato Idrosommelier) e dell'Aims. Organizzatore e collaboratore di banchi di assaggio vini, Sanvino, Lago d'Orta Wine Festival., Chebolle e Sapeg. Da inizio 2022 Fiduciario della Condotta Verbanese di Slow Food. Socio ed ex presidente dell'Associazione Turistica Pro Loco di Omegna; membro da più mandati della Giunta Provinciale Unpli Vco e del Consiglio regionale Unpli, della Giunta del Piemonte da due mandati; e dal 2016 al 2020 nel Consiglio nazionale Unpli. E' stato donatore AVIS ed ora collabora con la onlus Maresca di Santhià. Vive da sempre sul Lago d’Orta, fra Omegna e Bolzano Novarese.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.