Il Maggia Torna al Passato

Daniele Preda sarebbe contento, credo. La Scuola di Stresa torna, in parte all’antico. Mi spiego: dal prossimo anno scolastico potrà dare nuovamente la Qualifica Professionale, così come faceva molti annio fa. Davvero un ristorno al futuro verrebbe da dire!

Ma leggiamo il comunicato stampa degli amici dell’ICS di Verbania: “L’offerta formativa dell’Istituto “Erminio Maggia” di Stresa (VB) si arricchisce ulteriormente: la novità è l’indirizzo Operatore della Ristorazione – Preparazione degli alimenti e allestimento piatti. Si tratta di un corso della durata di tre anni, che formerà gli studenti per entrare da subito nel mercato del lavoro e inserirsi nel settore della ristorazione: in alberghi, ristoranti, mense aziendali e ospedaliere, aziende di catering, ma anche gastronomie, agriturismi e laboratori artigianali del settore alimentare.

Il nuovo corso, che partirà a settembre 2024, è rivolto agli studenti che hanno finito la terza media e darà ampio spazio alla pratica: prevede 300 ore di stage, già a partire dal secondo anno, e molte materie di settore, come Principi alimentari gastronomici, Conservazione dei prodotti alimentari e gestione del magazzino, Tecnica professionale di cucina e della ristorazione. Non mancheranno le materie più tradizionali, necessarie per acquisire un background culturale, come lingua italiana, diritto, inglese o matematica. La didattica sarà improntata sulla laboratorialità, con project work e tirocini che rendano lo studente in grado di muoversi agilmente sul campo. Sono previsti incontri con esperti, che racconteranno come “funziona” nel mondo della ristorazione, e visite ad aziende del settore, locali e non.

Al termine dei tre anni è previsto un esame finale, attraverso il quale verrà rilasciato un Attestato di Qualifica Professionale riconosciuto a livello nazionale. L’Istituto Maggia è infatti accreditato dalla Regione Piemonte come ente in grado di fornire questo tipo di corsi triennali, chiamati IeFP ed il progetto è in corso di elaborazione proprio con la Regione. Ma qual è la figura professionale a cui darà vita questo indirizzo? Una persona capace di lavorare in collaborazione con altri cuochi e aiuto-cuochi, un professionista che sa seguire le diverse fasi della preparazione e allestimento dei pasti, dalla scelta degli ingredienti fino all’esecuzione del piatto.

Tutte le informazioni si trovano sul sito https://orientamento.istitutomaggia.it/operatore-della-ristorazione/.

Operatore della ristorazione fa salire i corsi dell’Istituto Maggia a quattro: si affianca, infatti, ai corsi quinquennali di Enogastronomia e ospitalità alberghiera, di Tecnico per il turismo + promozione del patrimonio e turismo culturale e al Liceo linguistico + cultura enogastronomica e del territorio. L’istituto, nato nel 1938, è la prima scuola alberghiera del nostro Paese, da sempre un punto di riferimento per la didattica e di recente vincitore del titolo di “Miglior istituto alberghiero d’Italia”: è quasi un secolo che al Maggia si lavora per costruire una cultura dell’ospitalità. Un ottimo punto di partenza per questo nuovo indirizzo”.

Visite: 150

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *