Paura di Volare

Volo da oltre 40 anni ed ho ancora paura di volare. Macché, nessuna “scopata senza cerniera” ma solo un’ irrazionale paura di levarsi in volo. Però ogni tanto debbo e fra le angosce che provo ogni volta almeno non c’è più la paura del costo. Volare costava assai ai tempi della lira (quella fantasticata da smemorati). Alla fine di un’estate di lavoro in Sardegna (commis di bar per 12 ore al giorno per sette giorni la settimana, stipendio in regola 2 milioni di lire), a metà ottobre, mi regalai un ritorno a Milano Linate in aereo. Compagnia Meridiana. Sedili comodi e colazione in aereo e la mia fidanzata di allora che mi tenne la mano per tutto il volo. Avevo paura. Ma l’aereo non cadde, come non sono caduti neppure quelli che ho preso dopo. Quanto pagai? Pagai 250 mila lire, oltre il 10 per cento del mio stipendio mensile (stipendio abbondante, l’anno dopo, supplente, presi un milione e 4oo mila lire: in tal caso oltre il 20 per cento). Oggi per analogo viaggio, pagherei 38/50 euro, ovvero il 3- 4 per cento del mio -modesto- stipendio da insegnante. 

Conclusioni? La storiella della lira che “si stava meglio” vive solo nella fantasia degli smemorati (a proposito, non telefonavo mai a casa, mi partivano dalle 3 alle 5 mila lire a volta), io ho sempre timore di volare; ricordo con nostalgia la mano di allora e la mia giovinezza.

Visite: 50

Riccardo Milan

Riccardo Milan Professore, giornalista e blogger Professore della scuola alberghiera “Erminio Maggia” di Stresa; giornalista pubblicista (iscritto all'Ordine dei Giornalisti del Piemonte tessera n° 59377 del 6 - 6 - 1991), blogger con il blog Allappante.it, dall'ottobre 2017 linkato da La Voce di Novara on line; direttore della rivista "Paese Mio" edita dal Comitato Unpli del Piemonte; collaboratore di "Arcobaleno d'Italia"; ha scritto anche due libri di cucina, nonché altri di storia locale; si è occupato per anni di cultura materiale: vino, gastronomia, cucina per lo più tipica, storia di...; docente a tempo in alcuni centri di formazione professionale, anche nel carcere di Verbania; consulente per la realizzazione e gestione di carte dei vini, corsi e didattica sui vini e sui prodotti tipici. Ha collaborato ad inizio Duemila con la Fic (Federazione Italiana Cuochi), in segreteria e nella redazione della rivista "Il Cuoco". Allievo di Luca Maroni. Già membro dell'Aies, dell'Adam (diplomato Idrosommelier) e dell'Aims. Organizzatore e collaboratore di banchi di assaggio vini, Sanvino, Lago d'Orta Wine Festival., Chebolle e Sapeg. Da inizio 2022 Fiduciario della Condotta Verbanese di Slow Food. Socio ed ex presidente dell'Associazione Turistica Pro Loco di Omegna; membro da più mandati della Giunta Provinciale Unpli Vco e del Consiglio regionale Unpli, della Giunta del Piemonte da due mandati; e dal 2016 al 2020 nel Consiglio nazionale Unpli. E' stato donatore AVIS ed ora collabora con la onlus Maresca di Santhià. Vive da sempre sul Lago d’Orta, fra Omegna e Bolzano Novarese.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.