Il Ristorante da Provare

Il mio ristorante da provare è L’Orto in Cucina, progetto multilevel di Novara. Un cuoco curioso e preparato, un progetto d’inclusione sociale, un rapporto più stretto con la natura e il territorio, una cucina facilmente leggibile (elegante ma tradizionale), un locale sobrio ma luminoso…

Il cuoco curioso è Giovanni Ruggieri, nato Betlemme e poi trasferitosi a Sillavengo in provincia di Novara. Dopo esperienze tra Milano, Varese e le Langhe, è diventato lo chef del ristorante sociale di via Ansaldi. Da metà novembre opera negli spazi gestiti dalla cooperativa Gerico nel nuovo ristorante sociale che è stato chiamato L’Orto in Cucina. Proprio per segnare un’aderenza con l’Orto della Bicocca, altro progetto coevo e contemporaneo della Cooperativa. Grazie a La Voce di Novara sappiamo anche altro.“Giovanni Ruggieri, classe 1984, è nato a Betlemme ma cresciuto a Sillavengo; sembra un adolescente appena diplomato, invece è uno chef che ha lavorato in alcuni dei ristoranti stellati di Milano, Varese e nelle Langhe e avuto come Maestri altrettanti chef stellati quali Enrico Crippa (ristorante Piazza Duomo, Alba ndr) e Alfredo Chiocchetti (ristorante Scrigno del Duomo, Trento ndr). Nel 2013 è stato tra i dieci migliori chef del Fuorisalone e nello stesso anno ha vinto il premio Identità Golose. Con De Agostini ha pubblicato “Il Sommelier della Birra”, tradotto in cinque lingue, e collabora con la prestigiosa rivista “La cucina Italiana”. Dalle stelle al ristorante sociale? «Sì e grazie alle esperienze maturate in oltre vent’anni di lavoro potrò mettere in pratica quello che ho imparato in un contesto di casa e tradizione – commenta Ruggieri con fierezza -. I piatti saranno semplici e di stagione, ma realizzati con tecniche stellate. Oltre alla carne, ci sarà sempre un’alternativa vegetariana, vegana e per celiaci grazie ai prodotti del nostro orto sociale e alla collaborazione con i produttori e le aziende del territorio. Anche la cantina sarà sociale a tutti gli effetti con le bottiglie prodotte nelle Langhe da cooperative di disabili”. Il ristorante è aperto giovedì, venerdì e sabato sera. Nelle altre serate/giornate il ristorante apre ad iniziative di inclusione sociale.

Visite: 205

Riccardo Milan

Riccardo Milan Professore, giornalista e blogger Professore della scuola alberghiera “Erminio Maggia” di Stresa; giornalista pubblicista (iscritto all'Ordine dei Giornalisti del Piemonte tessera n° 59377 del 6 - 6 - 1991), blogger con il blog Allappante.it, dall'ottobre 2017 linkato da La Voce di Novara on line; direttore della rivista "Paese Mio" edita dal Comitato Unpli del Piemonte; collaboratore di "Arcobaleno d'Italia"; ha scritto anche due libri di cucina, nonché altri di storia locale; si è occupato per anni di cultura materiale: vino, gastronomia, cucina per lo più tipica, storia di...; docente a tempo in alcuni centri di formazione professionale, anche nel carcere di Verbania; consulente per la realizzazione e gestione di carte dei vini, corsi e didattica sui vini e sui prodotti tipici. Ha collaborato ad inizio Duemila con la Fic (Federazione Italiana Cuochi), in segreteria e nella redazione della rivista "Il Cuoco". Allievo di Luca Maroni. Già membro dell'Aies, dell'Adam (diplomato Idrosommelier) e dell'Aims. Organizzatore e collaboratore di banchi di assaggio vini, Sanvino, Lago d'Orta Wine Festival., Chebolle e Sapeg. Da inizio 2022 Fiduciario della Condotta Verbanese di Slow Food. Socio ed ex presidente dell'Associazione Turistica Pro Loco di Omegna; membro da più mandati della Giunta Provinciale Unpli Vco e del Consiglio regionale Unpli, della Giunta del Piemonte da due mandati; e dal 2016 al 2020 nel Consiglio nazionale Unpli. E' stato donatore AVIS ed ora collabora con la onlus Maresca di Santhià. Vive da sempre sul Lago d’Orta, fra Omegna e Bolzano Novarese.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.