Fantasmi

Il paletto steso sullo spartitraffico è vergato di rosso. Rosso come la mia auto. Mastico un malox cercando di tenere a bada nausea, acidità e sonnolenza, mentre guido. E ricordo l’ambulanza nella notte ed io che arrivo a casa di S* e trovo lui e F* già stonati. Gira del vino buono e me ne faccio due o tre bicchieri; poi sale il vicino di casa e ci invita sotto, con la famiglia, a bere del loro prosecco. Cerco di essere brillante, S* ed F* sono di casa e dicono un sacco di sciocchezze. Li trascino via e si va a cena. Da un amico. Mangiamo due cose ma beviamo bene e molto: champagne e poi altro. E poi -e i ricordi sono vaghi- finiamo in un locale per giovani e mi ritrovo in mano un gin tonic. S* fa il brillante con una ragazzina e, mentre il mondo m’appare una fantasmagoria di luci, ecco che un ragazzo con la felpa vuole picchiare F*; mi metto in mezzo, cerco di essere lucido, e poi chiedo aiuto ad S* e così trasciniamo via F* che vuole spiegare, capire, offrire a bere a tutti… Bestemmie ed insulti, forse sogno un “vecchi ubriaconi”. Forse. Via, però, prima che finisca male: per loro e per noi. Santa Teresa proteggici. Via, via. Poi si fanno vaghi i ricordi e un bar dopo l’altro, nella notte, ci troviamo a mangiare una pastasciutta rossa. E birra, molta. So di essere andato via, almeno credo. Scivolato nella notte ed ho ancora dentro l’immagine dell’ambulanza. Un fantasma?

Visite: 27

Riccardo Milan

Riccardo Milan Professore, giornalista e blogger Professore della scuola alberghiera “Erminio Maggia” di Stresa; giornalista pubblicista (iscritto all'Ordine dei Giornalisti del Piemonte tessera n° 59377 del 6 - 6 - 1991), blogger con il blog Allappante.it, dall'ottobre 2017 linkato da La Voce di Novara on line; direttore della rivista "Paese Mio" edita dal Comitato Unpli del Piemonte; collaboratore di "Arcobaleno d'Italia"; ha scritto anche due libri di cucina, nonché altri di storia locale; si è occupato per anni di cultura materiale: vino, gastronomia, cucina per lo più tipica, storia di...; docente a tempo in alcuni centri di formazione professionale, anche nel carcere di Verbania; consulente per la realizzazione e gestione di carte dei vini, corsi e didattica sui vini e sui prodotti tipici. Ha collaborato ad inizio Duemila con la Fic (Federazione Italiana Cuochi), in segreteria e nella redazione della rivista "Il Cuoco". Allievo di Luca Maroni. Già membro dell'Aies, dell'Adam (diplomato Idrosommelier) e dell'Aims. Organizzatore e collaboratore di banchi di assaggio vini, Sanvino, Lago d'Orta Wine Festival., Chebolle e Sapeg. Da inizio 2022 Fiduciario della Condotta Verbanese di Slow Food. Socio ed ex presidente dell'Associazione Turistica Pro Loco di Omegna; membro da più mandati della Giunta Provinciale Unpli Vco e del Consiglio regionale Unpli, della Giunta del Piemonte da due mandati; e dal 2016 al 2020 nel Consiglio nazionale Unpli. E' stato donatore AVIS ed ora collabora con la onlus Maresca di Santhià. Vive da sempre sul Lago d’Orta, fra Omegna e Bolzano Novarese.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.