Germana e il Cardamomo

La mia amica “multiventenne” Germana ci ha invitato a pranzo: cinque maschi rumorosi e sbevacchioni. In cambio del nostro “rumore” cameratesco (chissà perché mi veniva in mente Ernst Junger e il suo “Diario di Guerra”) ci ha preparato uno dei suoi sontuosi piatti. Sempre così: apparentemente semplici e in realtà ricercati e complessi. Alta cucina. Alla mia sinistra un coniglio alle pere, ottenuto lasciando una notte a bagno in vino rosso e spezie il coniglio già tagliato. E che spezie! Fra le tante il mitico cardamomo, una delle spezie più costose e, aggiungo io, difficili da usare e poco usate nella cucina italica. Si scola, si filtra il tutto e si cuoce, aggiungendo alla fine delle pere croccanti tagliate a pezzettini. Grande piatto rinascimentale. Dove lo avrà imparato? Alla mia destra un delicato risotto pere e taleggio che faceva da contraltare al saporito coniglio. Si fa tostare il riso a parte, poi si unisce al soffritto e si bagna con brodo vegetale a cui si sono aggiunte le bucce di pera. Alla fine si aggiungono le pere a pezzetti e si manteca con poco taleggio. Coniglio alle spezie e risotto coi frutti: l’’abbinata era grande, come sempre. 

Visite: 79

Riccardo Milan

Riccardo Milan Professore, giornalista e blogger Professore della scuola alberghiera “Erminio Maggia” di Stresa; giornalista pubblicista (iscritto all'Ordine dei Giornalisti del Piemonte tessera n° 59377 del 6 - 6 - 1991), blogger con il blog Allappante.it, dall'ottobre 2017 linkato da La Voce di Novara on line; direttore della rivista "Paese Mio" edita dal Comitato Unpli del Piemonte; collaboratore di "Arcobaleno d'Italia"; ha scritto anche due libri di cucina, nonché altri di storia locale; si è occupato per anni di cultura materiale: vino, gastronomia, cucina per lo più tipica, storia di...; docente a tempo in alcuni centri di formazione professionale, anche nel carcere di Verbania; consulente per la realizzazione e gestione di carte dei vini, corsi e didattica sui vini e sui prodotti tipici. Ha collaborato ad inizio Duemila con la Fic (Federazione Italiana Cuochi), in segreteria e nella redazione della rivista "Il Cuoco". Allievo di Luca Maroni. Già membro dell'Aies, dell'Adam (diplomato Idrosommelier) e dell'Aims. Organizzatore e collaboratore di banchi di assaggio vini, Sanvino, Lago d'Orta Wine Festival., Chebolle e Sapeg. Da inizio 2022 Fiduciario della Condotta Verbanese di Slow Food. Socio ed ex presidente dell'Associazione Turistica Pro Loco di Omegna; membro da più mandati della Giunta Provinciale Unpli Vco e del Consiglio regionale Unpli, della Giunta del Piemonte da due mandati; e dal 2016 al 2020 nel Consiglio nazionale Unpli. E' stato donatore AVIS ed ora collabora con la onlus Maresca di Santhià. Vive da sempre sul Lago d’Orta, fra Omegna e Bolzano Novarese.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.