La Sicilia Percepita

Da mesi ormai, da quando so che sarei andato al matrimonio di Nunzio a Catania; da mesi ormai vengo spaventato da tutti, terrorizzato dal sentire parlare del cibo che avrei mangiato: buono, irresistibile, tanto, troppo…

In effetti, fin dal primo giorno sono stato colpito dalle dimensioni (e dalla bontà) della pasticceria da bar, dalla dimensione degli arancini, dall’abbondanza degli antipasti… ma poi ho notato che sono rari gli obesi, o quelli in sovrappeso… e questi sono tutti o quasi un po’ agée. I giovani invece, quasi tutti magri, atletici, asciutti… ma come fanno? Ti guardi in giro e cominci a darti delle risposte: un caffè e un dolce per colazione; un arancino e un succo per pranzo; una serie di antipasti e poco altro per cena… di cibo in Sicilia si parla sempre ed ovunque con un foresto (io) ma si pratica con attenzione. Almeno in quello spicchio della provincia di Catania dove sono stato per tre giorni. Al matrimonio, le famiglie si facevano incartare ciò che non consumavano e lo portavano a casa. Un segno di civiltà. Il cibo è ancora più buono se si consuma con attenzione e senza sprecarlo. 

Visite: 179

Riccardo Milan

Riccardo Milan Professore, giornalista e blogger Professore della scuola alberghiera “Erminio Maggia” di Stresa; giornalista pubblicista (iscritto all'Ordine dei Giornalisti del Piemonte tessera n° 59377 del 6 - 6 - 1991), blogger con il blog Allappante.it, dall'ottobre 2017 linkato da La Voce di Novara on line; direttore della rivista "Paese Mio" edita dal Comitato Unpli del Piemonte; collaboratore di "Arcobaleno d'Italia"; ha scritto anche due libri di cucina, nonché altri di storia locale; si è occupato per anni di cultura materiale: vino, gastronomia, cucina per lo più tipica, storia di...; docente a tempo in alcuni centri di formazione professionale, anche nel carcere di Verbania; consulente per la realizzazione e gestione di carte dei vini, corsi e didattica sui vini e sui prodotti tipici. Ha collaborato ad inizio Duemila con la Fic (Federazione Italiana Cuochi), in segreteria e nella redazione della rivista "Il Cuoco". Allievo di Luca Maroni. Già membro dell'Aies, dell'Adam (diplomato Idrosommelier) e dell'Aims. Organizzatore e collaboratore di banchi di assaggio vini, Sanvino, Lago d'Orta Wine Festival., Chebolle e Sapeg. Da inizio 2022 Fiduciario della Condotta Verbanese di Slow Food. Socio ed ex presidente dell'Associazione Turistica Pro Loco di Omegna; membro da più mandati della Giunta Provinciale Unpli Vco e del Consiglio regionale Unpli, della Giunta del Piemonte da due mandati; e dal 2016 al 2020 nel Consiglio nazionale Unpli. E' stato donatore AVIS ed ora collabora con la onlus Maresca di Santhià. Vive da sempre sul Lago d’Orta, fra Omegna e Bolzano Novarese.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.