Cani, cazzi e gelato crucioloso

La Cascina Fontana, agriturismo in quel di Sizzano (No), ospita ogni anno una rassegna cinefila. Ed ogni anno m’invita alla conferenza stampa. Ed io ci vado perché dopo si mangia. Ed è buona cosa.
Anche quest’anno è stato così: conferenza stampa, domande, colleghi giornalisti, aperitivo e tavola! La novità di quest’anno era un giornalista settantenne, conosciuto, assai arzillo e noto per esserlo, che parlava solo di donne. Donne, donne, donne… possibilmente giovani, molto giovani, assai giovani. Anche troppo. La serata è stata intessuta dai sui ricordi, dalle sue riflessioni, dalle sue narrate performance… E i riferimenti sexual si sono accumulati fra una portata e l’altra… Roba da “adulti e vaccinati” direi.
Non c’erano abbastanza genitali narrati per impedirci però di apprezzare l’ottimo antipasto e il sorprendente Risotto alla lavanda e tiglio (direi che era stato bagnato da un decotto di tiglio, mentre la lavanda è stata aggiunta); i vini di loro produzione non sono male: il Rubeo Clemens colline novaresi doc (mix di nebbiolo, uva rara e vespolina) profumava di frutta, in bocca era caldo di alcol, ancora un po’ aspro. Giovane. Troppo giovane, come le narrate donne del collega arzillo…
La serata si è chiusa con un semifreddo con scaglie di cioccolato. Mentre lo succhiavo-masticavo-palatavo, le scaglie sembravano scricchiolarmi in bocca. E mi è venuto in mente il figlio di Stefano che definisce queste curiose sensazioni con il neologismo “cruciolato”, “crociolato”. Sì, quello era proprio un gelato “crucioloso”!

Visite: 1103

Riccardo Milan

Riccardo Milan Professore, giornalista e blogger Professore della scuola alberghiera “Erminio Maggia” di Stresa; giornalista pubblicista (iscritto all'Ordine dei Giornalisti del Piemonte tessera n° 59377 del 6 - 6 - 1991), blogger con il blog Allappante.it, dall'ottobre 2017 linkato da La Voce di Novara on line; direttore della rivista "Paese Mio" edita dal Comitato Unpli del Piemonte; collaboratore di "Arcobaleno d'Italia"; ha scritto anche due libri di cucina, nonché altri di storia locale; si è occupato per anni di cultura materiale: vino, gastronomia, cucina per lo più tipica, storia di...; docente a tempo in alcuni centri di formazione professionale, anche nel carcere di Verbania; consulente per la realizzazione e gestione di carte dei vini, corsi e didattica sui vini e sui prodotti tipici. Ha collaborato ad inizio Duemila con la Fic (Federazione Italiana Cuochi), in segreteria e nella redazione della rivista "Il Cuoco". Allievo di Luca Maroni. Già membro dell'Aies, dell'Adam (diplomato Idrosommelier) e dell'Aims. Organizzatore e collaboratore di banchi di assaggio vini, Sanvino, Lago d'Orta Wine Festival., Chebolle e Sapeg. Da inizio 2022 Fiduciario della Condotta Verbanese di Slow Food. Socio ed ex presidente dell'Associazione Turistica Pro Loco di Omegna; membro da più mandati della Giunta Provinciale Unpli Vco e del Consiglio regionale Unpli, della Giunta del Piemonte da due mandati; e dal 2016 al 2020 nel Consiglio nazionale Unpli. E' stato donatore AVIS ed ora collabora con la onlus Maresca di Santhià. Vive da sempre sul Lago d’Orta, fra Omegna e Bolzano Novarese.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.