Parigi val Bene una Pizza!

Già è una città che mi piace, dove sogno di tornare per passare una vacanza totale all’insegna di arte, musica e buon cibo. Ora la sua corona si arricchisce di un’altra perla, di un’altra pietra preziosa gastronomica. La pizzeria Peppe di Parigi è infatti stata votata come Migliore Pizzeria d’Europa dalla guida 50 Top Pizza, sezione Europa 2022. Ed è la seconda volta consecutiva. Un successo importante per Peppe Cutraro, patron di Peppe Pizzeria che si aggiudica anche l’ambito premio speciale Pizza Maker of the Year 2022 – Ferrarelle Award.

Già è una città che mi piace, dove sogno di tornare per passare una vacanza totale all’insegna di arte, musica e buon cibo. Ora la sua corona si arricchisce di un’altra perla, di un’altra pietra preziosa gastronomica. La pizzeria Peppe di Parigi è infatti stata votata come Migliore Pizzeria d’Europa dalla guida 50 Top Pizza, sezione Europa 2022. Ed è la seconda volta consecutiva. Un successo importante per Peppe Cutraro, patron di Peppe Pizzeria che si aggiudica anche l’ambito premio speciale Pizza Maker of the Year 2022 – Ferrarelle Award.

Seconda la pizzeria dei Fratelli Figurato a Madrid, città dove vorrei andare quest’estate (sì, lo so: fa caldo. Ma che ci posso fare se ho le ferie sempre in estate?).

Terza in “cotanto senno” la pizzeria 50 Kalò di Londra. Città che non apprezzo particolarmente. Ma che affascina moltissime altre persone (che abbiano ragione loro?).

La serata milanese di premiazione al Teatro San Babila (che ho seguito on line) è stata presentata da Federico Quaranta (Fede) e ventuno erano i Paesi europei rappresentati: Spagna e Inghilterra con 5 insegne sono le regine degli Stati europei della pizza, Italia esclusa. Ovviamente.

“Parigi è una stella, non è una città” (Baustelle “Lilì Marlene”)

Visite: 39

Riccardo Milan

Riccardo Milan Professore, giornalista e blogger Professore della scuola alberghiera “Erminio Maggia” di Stresa; giornalista pubblicista (iscritto all'Ordine dei Giornalisti del Piemonte tessera n° 59377 del 6 - 6 - 1991), blogger con il blog Allappante.it, dall'ottobre 2017 linkato da La Voce di Novara on line; direttore della rivista "Paese Mio" edita dal Comitato Unpli del Piemonte; collaboratore di "Arcobaleno d'Italia"; ha scritto anche due libri di cucina, nonché altri di storia locale; si è occupato per anni di cultura materiale: vino, gastronomia, cucina per lo più tipica, storia di...; docente a tempo in alcuni centri di formazione professionale, anche nel carcere di Verbania; consulente per la realizzazione e gestione di carte dei vini, corsi e didattica sui vini e sui prodotti tipici. Ha collaborato ad inizio Duemila con la Fic (Federazione Italiana Cuochi), in segreteria e nella redazione della rivista "Il Cuoco". Allievo di Luca Maroni. Già membro dell'Aies, dell'Adam (diplomato Idrosommelier) e dell'Aims. Organizzatore e collaboratore di banchi di assaggio vini, Sanvino, Lago d'Orta Wine Festival., Chebolle e Sapeg. Da inizio 2022 Fiduciario della Condotta Verbanese di Slow Food. Socio ed ex presidente dell'Associazione Turistica Pro Loco di Omegna; membro da più mandati della Giunta Provinciale Unpli Vco e del Consiglio regionale Unpli, della Giunta del Piemonte da due mandati; e dal 2016 al 2020 nel Consiglio nazionale Unpli. E' stato donatore AVIS ed ora collabora con la onlus Maresca di Santhià. Vive da sempre sul Lago d’Orta, fra Omegna e Bolzano Novarese.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.