Eccessi di democrazia

Giorni fa ho discusso animatamente con un signore in rete: aveva postato su FB un’immagine in cui si dicevano una serie di falsità e in cui si incitava all’odio nei confronti di un certo personaggio politico. Non era la prima volta e ancora una volta ho provato a dire la mia, ottenenendone più che altro risposte nette, prive di ragionamenti, luoghi comuni, accuse trasversali… mi sono arrabbiato e ho chiuso la conversazione. In preda alla furia, ho guardato sul profilo chi fosse e mi sono accorto che è un mio conoscente, un muratore che beve molto in un bar dove ogni tanto vado. Mi ha sorpreso ancor più, perché nella pochezza dei ragionamenti era molto di più di quello che mi sarei aspettato, conoscendolo. E poi mi sono arrabbiato fra me e me, perché ho dato retta, troppo retta, alle sue opinioni superficiali e non motivate. Nella vita reale, non sarei stato neppue sentirlo. Ma in rete…

Consigli per me e per il futuro: vedere sempre con chi si discute in rete, usare le conoscenze e il garbo, non dare per scontato che nell’orizzontalità delle rete il tuo interlocutore sia onesto intellettualmente: o non lo è -e dunque è intelligente- o è fazioso -dunque ignorante- e spesso è solo ignorante. E se lo incontrassi in giro, ti limiteresti a salutarlo. Ciao.

Visite: 156

Riccardo Milan

Riccardo Milan Professore, giornalista e blogger Professore della scuola alberghiera “Erminio Maggia” di Stresa; giornalista pubblicista (iscritto all'Ordine dei Giornalisti del Piemonte tessera n° 59377 del 6 - 6 - 1991), blogger con il blog Allappante.it, dall'ottobre 2017 linkato da La Voce di Novara on line; direttore della rivista "Paese Mio" edita dal Comitato Unpli del Piemonte; collaboratore di "Arcobaleno d'Italia"; ha scritto anche due libri di cucina, nonché altri di storia locale; si è occupato per anni di cultura materiale: vino, gastronomia, cucina per lo più tipica, storia di...; docente a tempo in alcuni centri di formazione professionale, anche nel carcere di Verbania; consulente per la realizzazione e gestione di carte dei vini, corsi e didattica sui vini e sui prodotti tipici. Ha collaborato ad inizio Duemila con la Fic (Federazione Italiana Cuochi), in segreteria e nella redazione della rivista "Il Cuoco". Allievo di Luca Maroni. Già membro dell'Aies, dell'Adam (diplomato Idrosommelier) e dell'Aims. Organizzatore e collaboratore di banchi di assaggio vini, Sanvino e il Lago d'Orta Wine Festival. Socio attivo di Slow Food, condotta verbanese. Socio ed ex presidente dell'Associazione Turistica Pro Loco di Omegna; membro da più mandati della Giunta Provinciale Unpli Vco e del Consiglio regionale Unpli, della Giunta del Piemonte da due mandati; e dal 2016 al 2020 nel Consiglio nazionale Unpli. Vive sul Lago d’Orta, fra Omegna e Bolzano Novarese.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.