Le Eccellenze Gastronomiche Novaresi e un Grande Champagne

Sarà il ristorante Cravero Osteria Contemporanea di Caltignaga ad ospitare la visita italiana di madame di Laurence Ployez, terza generazione di vignaioli in quel di Ludes a sud di Reims. Una due giorni che da venerdì 25 novembre prossimo, partirà dal nord Vco, con degustazioni guidate in alcuni locali selezionati, passando poi da Omegna sul Lago d’Orta, dove al Ristorante 9090 è prevista una cena con possibilità di abbinamento champagne. Si prosegue poi nel novarese, con alcuni appuntamenti di degustazione e si conclude al Cravero dove sarà offerta una cena in abbinamento: piatti locali, appunto, in abbinamento agli champagne della maison Ployez-Jacquemart, quest’ultimo il cognome da nubile della nonna che campeggia insieme a quello del marito nel logo della cantina. 

Il menù della serata prevede: Salame della duja, cipolla al burro acido; Lardo, prugna e miele “Fedeghin” composta di fichi; Sanguinaccio caldo, purè di zucca e mostarda; Risotto “Kir Royale”, Omaggio a Madame Laurence Ployez (questo un piatto di fantasia, ispirato ad un classico della cucina italiana anni Ottanta, il Risotto allo champagne), realizzato con Carnaroli Classico Gran Riserva Risobuono cucinato nello Champagne Brut Ployez Jacquemart completato con gel alla Crème de Cassis Mercanti di Spirits; poi Rustida della Tradizione Novarese: lonza, Coppa e Luganega stufati nella cipolla bionda; Lombatina panata; Semolino dolce fritto; Assaggi di gorgonzola Selezione Baruffaldi; e Come un Tiramisù con Biscotti di Novara, riduzione di Champagne Vintage 2008 Ployez Jacquemart e zucchero di canna, crema al mascarpone. Decisamente impegnativo!

La Maison Ployez-Jacquemart è stata fondata nel 1930 da Marcel Ployez e dalla moglie Yvonne Jacquemart. L’anima dell’azienda è oggi rappresentata da Laurence Ployez, terza generazione della famiglia, agronoma ed enologa. La Maison conta 17 ettari, tre dei quali di proprietà ed i restanti da viticoltori selezionati con cui l’azienda collabora da circa 30 anni. I vigneti, in prevalenza Pinot Nero e Pinot Meunier, ma anche Chardonnay, si trovano nei villaggi Premier e Grands Crus di Ludes e Mailly Champagne, Villedommange e Vertus. Tutte le uve vengono raccolte a mano e ordinate per varietà, cru e vigneto specifico. L’obiettivo è quello di lasciare intatta la struttura di ogni vino, per mettere in evidenza le caratteristiche di ogni vendemmia. Quando arriva il momento del dégorgement, dopo un massimo di 12 anni, viene aggiunto solo un basso “dosaggio”, in genere 3-4 grammi/litro. Questo metodo consente alla Maison di produrre vini fruttati e aromatici, prestando particolare attenzione al raffinato equilibrio tra alcol, acidità e freschezza, per un totale di circa 100mila bottiglie all’anno.

Durante la serata promossa da ApSelezione di Omegna, ma anche durante la due giorni italiana, saranno serviti i seguenti champagne Ployez-Jacquemart. Champagne Blanc de Blancs EQ Brut AOC, Champagne EQ Brut AOC, Champagne Séléction Rosé AOC, Champagne Dosage Zero AOC, Champagne Granite Extra Brut AOC e Champagne Vintage 2008 Brut AOC.

Visite: 420

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *