Prof. Com’è Andata alla Fugascina?

Messanger mi serve questa domanda la notte di sabato scorso, alle 23,34. Io sono impegnato a cena da Madda (un’altra storia gastronomica) e non replico subito. Alle 10,48 di domenica rispondo con una breve nota vocale: “Un ristorante dove si paga molto la creatività dello chef. Assolutamente di alta qualità”. Riprende il mio ex studente, oggi uomo e professionista di sala (che mi chiama ancora prof): “Sì, sì ci sono stato anch’io… ti sei trovato bene?”. Rispondo un poco dopo, alle 11,26 (stavo camminando): “Devi essere proprio appassionato per apprezzare un ristorante del genere: apprezzare il lavoro, la finezza, il lavoro che si fa anche nel preparare un piatto all’apparenza molto semplice. E devi essere anche disposto a pagare perché, comunque, non è a buon mercato. E’… un ristorante da “ogni tanto”; ogni tanto vai… però, detto questo, è un ristorante dove si mangia molto bene. Bene bene. E bella è anche la location. Buona la scelta dei vini”. Mi sono trovato bene? “Assolutamente sì” è la mia risposta sintetica. “Si, certo, sono d’accordo con te” conclude lui. Ristorante La Fugascina Mergozzo (Vb).

Visite: 102

Riccardo Milan

Riccardo Milan Professore, giornalista e blogger Professore della scuola alberghiera “Erminio Maggia” di Stresa; giornalista pubblicista (iscritto all'Ordine dei Giornalisti del Piemonte tessera n° 59377 del 6 - 6 - 1991), blogger con il blog Allappante.it, dall'ottobre 2017 linkato da La Voce di Novara on line; direttore della rivista "Paese Mio" edita dal Comitato Unpli del Piemonte; collaboratore di "Arcobaleno d'Italia"; ha scritto anche due libri di cucina, nonché altri di storia locale; si è occupato per anni di cultura materiale: vino, gastronomia, cucina per lo più tipica, storia di...; docente a tempo in alcuni centri di formazione professionale, anche nel carcere di Verbania; consulente per la realizzazione e gestione di carte dei vini, corsi e didattica sui vini e sui prodotti tipici. Ha collaborato ad inizio Duemila con la Fic (Federazione Italiana Cuochi), in segreteria e nella redazione della rivista "Il Cuoco". Allievo di Luca Maroni. Già membro dell'Aies, dell'Adam (diplomato Idrosommelier) e dell'Aims. Organizzatore e collaboratore di banchi di assaggio vini, Sanvino, Lago d'Orta Wine Festival., Chebolle e Sapeg. Da inizio 2022 Fiduciario della Condotta Verbanese di Slow Food. Socio ed ex presidente dell'Associazione Turistica Pro Loco di Omegna; membro da più mandati della Giunta Provinciale Unpli Vco e del Consiglio regionale Unpli, della Giunta del Piemonte da due mandati; e dal 2016 al 2020 nel Consiglio nazionale Unpli. E' stato donatore AVIS ed ora collabora con la onlus Maresca di Santhià. Vive da sempre sul Lago d’Orta, fra Omegna e Bolzano Novarese.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.