Sindaco, Morto e Transessuale

Lo conoscevo da vivo: era un esponente di quella cultura di sinistra che nella mia cittadina è stata molto forte per decenni. Era stato sposato, padre, divorziato ed ora conviveva con una signora. Era preside stimato e molto impegnato nel sociale. La sua morte, ancor prima di essere proclamato sindaco ci ha colpito tutti: ci ha colpito la sua “folle” insistenza di correre nonostante la malattia, ci ha colpito la sua forza e ci ha colpito la sua morte mentre noi lo celebravamo come nuovo sindaco.

Ed ora un troll, umano o elettronico non so, ha hackerato il suo profilo di FB. Guardate le immagini sotto.

Ma per ora nonostante le reiterate proteste, la società americana non ha ancora oscurato il secondo profilo, perché, tecnicamente, “esiste”. Che poi sia una fanciulla che si presenta con una foto presa da un catalogo di moda pret a porter (usate google lens e vedrete), che poi abbia un nome maschile, che poi abbia gli stessi amici del signore di cui sopra… insomma che sia un profilo falso a FB non interessa. Interessa generare dibattiti, agganciare attenzioni, fare numero (e che numeri!).

Direi che dovremmo ricordarcelo tutti: FB è piena di profili falsi; profili troll che muovono idee, partecipano a dibattiti, che orientano l’opinione pubblica. E poco importa che siano profili falsi. La gente, molta gente non lo sa!

Visite: 60

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *