Io e Campello Monti

Non ricordo quale sia stata la prima volta in cui sono andato a Campello Monti. Forse con Isabella e sua madre Angiolina. Non credo che suo padre Gianni ci fosse: odiava la montagna, le curve e i luoghi che sapevano di antico.

Gin al Gorgonzola?

L’effetto è buono. Il gin è buono, anche se all’inizio, appena sentito, non ci credevi.

Poke di Lago

Da una mia idea un ottimo esito grazie al Drigente Fiorenzo Ferrais, al prof. di cucina Ivano Pollini e alla professoressa incaricata Laura Palumbo. Ci vediamo a Terra Madre,Torino, domenica 25, stand della Regione Piemonte. Degustazione gratuita!

MILANO 10 VOLTE GOLOSA

a Milano sfileranno le migliori produzioni italiane
di nicchia, con chicche spesso inedite, con l’intento di far provare ai visitatori esperienze gastronomiche complete e far conoscere nuove tendenze e curiosità che ruotano attorno alla cucina nazionale

Ma le Pecore Amano il Dolce?

Domenica scorsa sono stato invitato a CheBolle ad Arona da Silvio (l’organizzatore) e da Andrea (il rappresentante) a gestire una degustazione con due vini marchigiani della ditta Fausti di Fermo. Una famosa cantina biologica, condotta con passione da Domenico D’Angelo. I vini erano il Rosso Piceno doc Fausto e il Pecorino Amedeo Falerio doc.

Brava Maria Cristina!

Nuovo incontro gastronomico con “Fregüj” a Cannero Riviera. Di cosa si tratta? “Fregüj” è un libro che parla di “briciole di memoria in cucina” tra Val Grande e Lago Maggiore. Nasce dalla collaborazione tra le associazioni “Culture d’insieme per il VCO” e “Gabaré “. È un viaggio virtuale alla ri-scoperta di piante, prodotti, usanze e ricette che hanno caratterizzato la cultura di un territorio. Alle ore 19 di mercoledì 18 maggio l’appuntamento è sulla terrazza del Ristorante La Rondinella di Cannero Riviera. M.Cristina Pasquali presenterà “dal vivo” alcune erbe e piante di cui si parla nel libro. A seguire, lo chef del ristorante La Rondinella proporrà una cena-degustazione ispirata ad alcune delle ricette raccolte nell’opera.

Un Risotto Insalata

Dopo averlo mangiato, mi sono reso conto che si trattava di una “insalata calda”. Cioè di un piatto che servito tiepido o freddo andava bene lo stesso. Me lo avevano però spacciato come “risotto”

Germana: ovvero dell’attenzione

A casa di Germana anche un piatto pasticciato diventa ordinato. Così è stato anche sabato scorso quando mi ha preparato la Polenta Concia, alla maniera piemontese (luogo di riferimento Oropa, coi suoi ristoranti storici). Buona, ancorché ricca e di lunga digestione

Fuggiamo Insieme?

Gabriele e Carlo hanno pensato di rendere tutto questo ancora più particolare con l’iniziativa “La Fuga… in Cantina”, una serie di cene che nei prossimi mesi porteranno appassionati gourmet in un percorso sensoriale in cui ogni piatto verrà accompagnato da vini particolari.

Un Anno Eccezionale il 2003

Il vino di quell’anno fu strano: raccolta un mese prima, tanta maturazione alcolica e poca maturazione fenolica. Vini difficili e strani.

Trasformers

Esempio mirabile di come un vitigno tradizionale, anche un po’ negletto, può essere trasformato in altro. Buono.

L’Onorato Pollo e il Panettone alla Bagna Cauda

Avevo visto delle foto in rete, ma pensavo fosse uno scherzo. Invece non è così. O forse dallo scherzo è nata un’idea. Fattostà che il “Panettone alla Bagna Cauda” è una realtà. L’ho trovato ed assaggiato a Novara, nei giorni del Sapeg.

Il Mistero di Sanvino e Piazza 8 Marzo

Ad un certo punto della storia abbiamo sbagliato i conti ed abbiamo perso per strada un anno. Sarà stato l’alcol o la nostra giovanile goliardia, ma così è stato. Le edizioni di Sanvino sono state 14 e noi ne abbiamo segnate tredici, ripetendo l’undicesima edizione due volte. Ce ne accorgiamo solo ora, che tutto è finito.