Senza Solfiti o Senza Solfiti Aggiunti?

0 Flares Filament.io 0 Flares ×

Io ho sempre saputo che si possono fare vini senza solfiti, con grandi difficoltà tecniche e risultati non sempre brillanti. Senza solfiti aggiunti, per l’esattezza, perché mi fu spiegato che se ne formano naturalmente durante la fermentazione. Ma adesso non so più. Forse mi è sfuggito qualcosa.

Leggo infatti su “Maremma Magazine” del luglio di quest’anno che una ditta del loco, l’azienda La Pieve, ha messo in commercio il vino Essentia Naturae. Un vino biologico “senza solfiti” da uve sangiovese, cabernet sauvignon e petit verdot. L’affermazione è importante: “senza solfiti” si legge sulla contro etichetta e sul collarino da cui è elegantemente ornata la bottiglia.

Nell’articolo però si legge che “è un vino rosso senza aggiunta di solfiti… biologico… completamente made in Maremma”. Ecco, appunto, “senza aggiunta di solfiti”; ma poche righe dopo si legge “ben tollerato proprio per l’assenza di solfiti”. Confusione totale!

Il vino ha o non ha i solfiti? Credo che abbia solo i solfiti, pochissimi, spontanei e che non ne aggiungano altri. Ma la comunicazione però è ingannevole. Spero che l’etichetta che non si vede in foto dica così, “senza solfiti aggiunti”. Oppure la norma è cambiata e si può scrivere così. Io però non ho trovato traccia.

Intanto leggo con piacere che in Italia “è entrato in vigore il decreto legislativo 23 del 15 dicembre 2017 che dà il via alla disciplina UE di tutela dei consumatori” (“Food & Beverage” giugno – luglio 2018). E cosa c’entra con i solfiti, direte voi? C’entra, c’entra… “Definire, ad esempio, un prodotto come vegano o vegetariano quando non ne ha le caratteristiche costituisce una violazione delle pratiche leali d’informazioni…”. E dire che il vino è “senza solfiti” invece di dire “senza solfiti aggiunti” è informazione ingannevole?

Visite: 519
0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- Filament.io 0 Flares ×

Questo articolo è stato pubblicato in Protagonisti, Vini, Vino e... e taggato come , , , , il da

Informazioni su Riccardo Milan

Riccardo Milan Professore, giornalista e blogger Professore della scuola alberghiera “Erminio Maggia” di Stresa; giornalista pubblicista (iscritto all'Ordine dei Giornalisti del Piemonte tessera n° 59377 del 6 - 6 - 1991), blogger con il blog Allappante.it, dall'ottobre 2017 linkato da La Voce di Novara on line; direttore della rivista "Paese Mio" edita dal Comitato Unpli del Piemonte; collaboratore di "Arcobaleno d'Italia"; ha scritto anche due libri di cucina, nonché altri di storia locale; si è occupato per anni di cultura materiale: vino, gastronomia, cucina per lo più tipica, storia di...; docente a tempo in alcuni centri di formazione professionale, anche nel carcere di Verbania; consulente per la realizzazione e gestione di carte dei vini, corsi e didattica sui vini e sui prodotti tipici. Ha collaborato ad inizio Duemila con la Fic (Federazione Italiana Cuochi), in segreteria e nella redazione della rivista "Il Cuoco". Allievo di Luca Maroni. Già membro dell'Aies, dell'Adam (diplomato Idrosommelier) e dell'Aims. Organizzatore e collaboratore di banchi di assaggio vini, Sanvino e il Lago d'Orta Wine Festival. Socio attivo di Slow Food, condotta verbanese. Socio ed ex presidente dell'Associazione Turistica Pro Loco di Omegna; membro da più mandati della Giunta Provinciale Unpli Vco e del Consiglio regionale Unpli, della Giunta del Piemonte da due mandati; e dal 2016 nel Consiglio nazionale Unpli. Vive sul Lago d’Orta.

1 pensiero su “Senza Solfiti o Senza Solfiti Aggiunti?

  1. Luca Petri

    Buona Sera Riccardo,
    Mi permetto di darTi del Tu come forma di empatia per essere stato oggetto della Tua attenzione; chi Ti scrive è Luca Petri, titolare dell’azienda La Pieve vale a dire la stessa che produce il vino Essentia Naturae da Te evocato come oggetto di disquisizione….
    …..e di questo Ti ringrazio perché Mi offri l’opportunità di approfondire l’argomento sui solfiti senza passare per i quotidiani che talvolta non hanno piena consapevolezza di ciò che scrivono.
    Orbene il vino Essentia Naturae non presenta alcuna traccia di solfiti, vale a dire che qualsiasi analisi (la più corretta è quella per distillazione) tesa a rintracciare la presenza di solfiti all’interno del prodotto dà un esito negativo; quindi all’interno del vino Essentia Naturae non sono presenti né solfiti derivanti dalla fermentazione né quelli aggiunti.
    A questo proposito la dicitura riportata in etichetta “vino senza solfiti” è pienamente rispettata ai sensi del Reg. CE 1924/2006 ed il Reg. CE 1169/2011 i quali tutelano il consumatore vietando le indicazioni false, ingannevoli o non accertate scientificamente.
    Quello che a Mio avviso è sempre sembrata fuorviante o addirittura ingannevole è la dicitura “senza solfiti aggiunti” promossa dal Mipaaf attraverso un’interrogazione alla Commissione Europea con la quale si è stabilito che una basso contenuto di SO2 nel vino (< 10mg/Lt) potesse essere premiato con l'autorizzazione ad inserire la scritta "senza solfiti aggiunti" in etichetta con buona pace del consumatore il quale non può evidentemente capire se la SO2 è realmente presente ed in quale quantità; da una normale interpretazione infatti la scritta "senza solfiti" ne presupporrebbe l'assenza da una parte ma l'aggettivo "aggiunti" ne circoscrive la classificazione per cui è possibile che un consumatore non addetto ai lavori legittimamente rimanga nel dubbio se siano presenti dei solfiti di altro tipo e se la loro presenza possa creare o meno un disagio una volta consumato il prodotto.
    E' possibile anche che una lettura veloce e distratta dell'etichetta inviti a pensare che il vino sia del tutto senza solfiti.
    Ben venga quindi una sede virtuale come la presente che contribuisca a fare chiarezza su alcune incongruenze della normativa e che se permetti Riccardo dia il giusto risalto a prodotti che siano il frutto di serie esperienze innovative nel processo di vinificazione oltretutto per una Cantina come la Nostra che produce esclusivamente prodotti Biologici di alta qualità e quindi con presenza bassa o nulla di SO2
    Colgo l'occasione per salutare Te e tutti i convenuti ed invitarVi a visitare la Nostra azienda che tra l'altro dispone anche un bellissimo agriturismo visitabile al sito http://www.fattorialapieve.it
    Vi aspetto
    Luca Petri

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.