Cena al Ristorante del Ponte di Premia

0 Flares Filament.io 0 Flares ×

Un locale da tenere in considerazione, se passate da quelle parti, se intendete andare in Val Formazza, se abitate lì vicino. Per la serata della rassegna Meating Food hanno preparato dei classici con l’ottima cacciagione ossolana: ottima non solo per la provenienza, ma anche per la cura nella sua gestione (si chiama filiera eco-alimentare); per la sua sostenibilità; per il gusto delicato. Piatti classici, cotti in modo classico e bene. Presentati altrettanto bene ma senza eccessiva ricercatezza.

Ottimo il Carpaccio di capriolo con strudel di porcini che era l’entrée. Buoni i Ravioli di polenta con ragù di lepre. Altrettanto bene le Tagliatelle di pasta fresca con ragù di capriolo. E ottimo finale con la Lombata di cervo con grappa di pinoli ed uvetta. Tortino di cioccolato con gelato artigianale come dolce. Ed era anche di troppo, seppur buono.

Mica male.

Visite: 174
0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- Filament.io 0 Flares ×

Questo articolo è stato pubblicato in Cronache Locali, Ristoranti e taggato come , , , , il da

Informazioni su Riccardo Milan

Riccardo Milan Professore, giornalista e blogger Professore della scuola alberghiera “Erminio Maggia” di Stresa; giornalista pubblicista (iscritto all'Ordine dei Giornalisti del Piemonte tessera n° 59377 del 6 - 6 - 1999), blogger con il blog Allappante.it, dall'ottobre 2017 linkato da La Voce di Novara on line; direttore della rivista "Paese Mio" edita dal Comitato Unpli del Piemonte; collaboratore di "Arcobaleno d'Italia"; ha scritto anche due libri di cucina, nonché altri di storia locale; si è occupato per anni di cultura materiale: vino, gastronomia, cucina per lo più tipica, storia di...; docente a tempo in alcuni centri di formazione professionale, anche nel carcere di Verbania; consulente per la realizzazione e gestione di carte dei vini, corsi e didattica sui vini e sui prodotti tipici. Ha collaborato ad inizio Duemila con la Fic (Federazione Italiana Cuochi), in segreteria e nella redazione della rivista "Il Cuoco". Allievo di Luca Maroni. Già membro dell'Aies, dell'Adam (diplomato Idrosommelier) e dell'Aims. Organizzatore e collaboratore di banchi di assaggio vini, Sanvino e il Lago d'Orta Wine Festival. Socio attivo di Slow Food, condotta verbanese. Socio ed ex presidente dell'Associazione Turistica Pro Loco di Omegna; membro da più mandati della Giunta Provinciale Unpli Vco e del Consiglio regionale Unpli, della Giunta del Piemonte da due mandati; e dal 2016 nel Consiglio nazionale Unpli. Vive sul Lago d’Orta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.