Finalmente una matita vera!

Anni di giornalismo e decine di biro blu o nere. Oggi che il giornalismo lo frequento con meno quotidianità, le biro permangono ed anche se più lentamente crescono sempre di numero. Ogni tanto ne muore una, ma ne ho sempre tante blu e nere; ed io compro le penne rosse da professore. A volte, mi hanno dato delle matite. Di solito anonime e già rotte dentro. Rabbia da temperamatite…

Finalmente in una conferenza stampa me ne hanno regalata una firmata ed anche assai particolare: la matita è una Sprout svedese, naturale e piantabile! Alla fine del suo uso, infatti, sul fondo contiene un seme e s’interra: la mia diventerà una pianta di pomodoro ciliegino. Leggete: https://www.ilmelograno.net/it/129-sprout-una-matita-che-cresce-sprout-la-matita-che-si-pianta

Me l’hanno regalata venerdì scorso alla conferenza stampa del Progetto Interreg DiSe Disegnare il territorio, realizzato da Associazione Musei d’Ossola e il Museumzentrum La Caverna di Naters e come partner l’Associazione Culturale Asilo Bianco. Osservare e tracciare segni, il disegno (ecco il ruolo delle matite!) il leit motiv del Progetto che approfondirà tematiche come erbe officinali, cambiamenti climatici, le fortificazioni e il muoversi in montagna… Mostre, conferenze, serate gastronomiche…saranno moltissimi gli appuntamenti. Potete rimanere informati sulla pagina facebook del Progetto @dise2020.

Ecco il matitoso logo del Progetto DiSe

Andrò anch’io a qualche momento ed intanto mi godo questa bella matita firmata. E poi i pomodorini!

Visite: 153

Riccardo Milan

Riccardo Milan Professore, giornalista e blogger Professore della scuola alberghiera “Erminio Maggia” di Stresa; giornalista pubblicista (iscritto all'Ordine dei Giornalisti del Piemonte tessera n° 59377 del 6 - 6 - 1991), blogger con il blog Allappante.it, dall'ottobre 2017 linkato da La Voce di Novara on line; direttore della rivista "Paese Mio" edita dal Comitato Unpli del Piemonte; collaboratore di "Arcobaleno d'Italia"; ha scritto anche due libri di cucina, nonché altri di storia locale; si è occupato per anni di cultura materiale: vino, gastronomia, cucina per lo più tipica, storia di...; docente a tempo in alcuni centri di formazione professionale, anche nel carcere di Verbania; consulente per la realizzazione e gestione di carte dei vini, corsi e didattica sui vini e sui prodotti tipici. Ha collaborato ad inizio Duemila con la Fic (Federazione Italiana Cuochi), in segreteria e nella redazione della rivista "Il Cuoco". Allievo di Luca Maroni. Già membro dell'Aies, dell'Adam (diplomato Idrosommelier) e dell'Aims. Organizzatore e collaboratore di banchi di assaggio vini, Sanvino e il Lago d'Orta Wine Festival. Socio attivo di Slow Food, condotta verbanese. Socio ed ex presidente dell'Associazione Turistica Pro Loco di Omegna; membro da più mandati della Giunta Provinciale Unpli Vco e del Consiglio regionale Unpli, della Giunta del Piemonte da due mandati; e dal 2016 al 2020 nel Consiglio nazionale Unpli. Vive sul Lago d’Orta, fra Omegna e Bolzano Novarese.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.