Bentornato Novello

C’era una volta una bella manifestazione vicentina, Benvenuto Novello si chiamava. Ogni anno invitavano e giornalisti e produttori e uomini e donne di spettacolo per tessere la gloria di questa tipologia di vino, mutuato dal francese beaujolais (o meglio, se non il primo, il più famoso fra i novelli). Ogni anno si eleggevano i migliori dell’anno.

Poi la fine della moda e una ridda d fake news su un prodotto che, piano piano, è scomparso dai bar, dai ristoranti, dai negozi… Peccato.

Così, quando ho intercettato giorni fa, un articolo di Wine News che mi diceva due cose: a) che la manifestazione si è fatta anche quest’anno, ma in via telematica; B) che i primi tre premiati erano… ecco, quando ho letto, non ho resistito alla tentazione ed ho ordinato sulla rete sei bottiglie del primo: il Novello di Velenosi, Marche.

Poche ore dopo il commerciale mi ha contattato dicendomi che i tempi si sarebbero dilatati perché la cantina è stata subissata di ordini (bello, non lo bevo solo io il novello!): se volevo, potevo avere i soldi indietro.Io ho deciso di aspettare. Ed ho fatto bene!

Si tratta infatto di un vino morbido, profumato, gustoso; non stucchevole. Anche la bottiglia è ben etichettata. Davvero buono… Il primo sorso l’ho dedicato ad Andrea Dal Cero ed Umberto Faedi, ex di “CapitALvino” che ogni anno ci andavano e che mi hanno sempre invitato. La prossima volta, dicevo. Forse la prossima, ma intanto, Bentornato Novello!

Visite: 81

Riccardo Milan

Riccardo Milan Professore, giornalista e blogger Professore della scuola alberghiera “Erminio Maggia” di Stresa; giornalista pubblicista (iscritto all'Ordine dei Giornalisti del Piemonte tessera n° 59377 del 6 - 6 - 1991), blogger con il blog Allappante.it, dall'ottobre 2017 linkato da La Voce di Novara on line; direttore della rivista "Paese Mio" edita dal Comitato Unpli del Piemonte; collaboratore di "Arcobaleno d'Italia"; ha scritto anche due libri di cucina, nonché altri di storia locale; si è occupato per anni di cultura materiale: vino, gastronomia, cucina per lo più tipica, storia di...; docente a tempo in alcuni centri di formazione professionale, anche nel carcere di Verbania; consulente per la realizzazione e gestione di carte dei vini, corsi e didattica sui vini e sui prodotti tipici. Ha collaborato ad inizio Duemila con la Fic (Federazione Italiana Cuochi), in segreteria e nella redazione della rivista "Il Cuoco". Allievo di Luca Maroni. Già membro dell'Aies, dell'Adam (diplomato Idrosommelier) e dell'Aims. Organizzatore e collaboratore di banchi di assaggio vini, Sanvino e il Lago d'Orta Wine Festival. Socio attivo di Slow Food, condotta verbanese. Socio ed ex presidente dell'Associazione Turistica Pro Loco di Omegna; membro da più mandati della Giunta Provinciale Unpli Vco e del Consiglio regionale Unpli, della Giunta del Piemonte da due mandati; e dal 2016 al 2020 nel Consiglio nazionale Unpli. Vive sul Lago d’Orta, fra Omegna e Bolzano Novarese.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.