Rock ‘n’ Roll Chocolate

Ci sono i cuochi e ci sono i pasticceri, ma ci sono anche i cioccolatieri. Cioé gli artisti-artigiani che lavorano quasi esclusivamente il cioccolato. Una branca ben distinta della pasticceria. Un lavoro lungo, di ricerca, molta manualità… che spesso si risolve in un dolce boccone, in una ridda di profumi e gusti che riempiono il palato, piacciono e danno positive vibrazioni…

I cioccolatieri sono spesso dei personaggi, come Andrea Castini della Marc di Oleggio (vicino a casa mia) che ho conosciuto grazie ad Andrea. Un giovane talentuoso, sperimentatore, tatuato ed inanellato come un cantante rock (o trap) che studia, sperimenta e produce soprattutto praline decorate a mano, con ripieni sorprendenti, cioccolatini, creme spalmabili… e sculture commestibili in cioccolato: di serie o su ordinazione. Quando assaggi, ti colpiscono sì la piacevolezza complessiva dei cioccolati, ma anche la passione, la competenza e la voglia di sperimentare (loro sono le praline col gorgonzola) del team.

La Marc, Maestri Italiani Cioccolatieri, è infatti un’azienda di famiglia. Titolare è la madre, Anna Milan (non mia parente, però), lunga esperienza in un’azienda dolciaria della zona; poi il commerciale è del marito Roberto Castini; e la giovane figlia Alessia, è la valente decoratrice.

Leggo sul sito (https://www.cioccolatomarc.it/ ) che “Andrea e la sua grande voglia di ricercare, di sperimentare e scoprire nuovi abbinamenti che nessuno aveva finora immaginato possibili. Andrea studia e si documenta costantemente per affinare la sua tecnica e selezionare le materie prime migliori per avere certezza che le sue creazioni siano eccellenti: dal cioccolato Valrhona alle nocciole, ai pistacchi ed alle mandorle di Sicilia, lavorate e tostate nel laboratorio, con i giusti tempi di lavorazione, ma non solo, anche la consegna è fatta con mezzi refrigerati per proteggere la produzione da sbalzi di temperatura”.

Un tono pacato, lontano dall’immagine rock che hai guardando Andrea e la sua famiglia: lui alla voce, mamma alla batteria, papà il basso e la sorella Alessia coretto e chitarra… Un gran bel ritmo davvero!

Visite: 218

Riccardo Milan

Riccardo Milan Professore, giornalista e blogger Professore della scuola alberghiera “Erminio Maggia” di Stresa; giornalista pubblicista (iscritto all'Ordine dei Giornalisti del Piemonte tessera n° 59377 del 6 - 6 - 1991), blogger con il blog Allappante.it, dall'ottobre 2017 linkato da La Voce di Novara on line; direttore della rivista "Paese Mio" edita dal Comitato Unpli del Piemonte; collaboratore di "Arcobaleno d'Italia"; ha scritto anche due libri di cucina, nonché altri di storia locale; si è occupato per anni di cultura materiale: vino, gastronomia, cucina per lo più tipica, storia di...; docente a tempo in alcuni centri di formazione professionale, anche nel carcere di Verbania; consulente per la realizzazione e gestione di carte dei vini, corsi e didattica sui vini e sui prodotti tipici. Ha collaborato ad inizio Duemila con la Fic (Federazione Italiana Cuochi), in segreteria e nella redazione della rivista "Il Cuoco". Allievo di Luca Maroni. Già membro dell'Aies, dell'Adam (diplomato Idrosommelier) e dell'Aims. Organizzatore e collaboratore di banchi di assaggio vini, Sanvino e il Lago d'Orta Wine Festival. Socio attivo di Slow Food, condotta verbanese. Socio ed ex presidente dell'Associazione Turistica Pro Loco di Omegna; membro da più mandati della Giunta Provinciale Unpli Vco e del Consiglio regionale Unpli, della Giunta del Piemonte da due mandati; e dal 2016 al 2020 nel Consiglio nazionale Unpli. Vive sul Lago d’Orta, fra Omegna e Bolzano Novarese.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.