La Pizza con le Patatine: un Simbolo!

Ecco che riappare davanti a me! La guardo sempre con un po’ di sorpresa, e un po’ la schifo, ma prima o poi l’assaggerò. Lei, la pizza con le patatine per ora mi fa sorridere.No, non mi fa sorridere in sé per il suo essere strana, per chi ci mette sopra anche la maionese o la salsa ketchup, per la doppia pesantezza del suo essere (pasta e fritto insieme)… No la pizza con le patatine mi fa sorridere perché segno della continua trasformazione che subisce la nostra cucina, che qualcuno si ostina a pensare granitica, immutabile.

Trenta anni fa ero a Vienna con un gruppo di adolescenti e dopo giorni di attenta esplorazione gastronomica locale (ringrazio ancora Isabella, a distanza di anni, per quei giorni così ricchi e belli), i giovani si erano ribellati: “vogliamo mangiare italiano! Basta con queste cose straniere”… Il solito modo di fare italico, direi. Okkei, ultima sera in pizzeria, però… però agli occhi dei miei giovani studenti apparvero pizze strane che suscitarono ampia e corale riprovazione: una con la carne (tipo pizza con kebab) ed un’altra con l’ananas e lei, infine, la più detestata: la pizza con le patatine!

Ah aha aha che ridere a pensarci… La bella tradizione italiana, il rivendicare sempre la nostra originalità, il nostro conservatorismo gastronomico (più dichiarato che praticato però)… aha ahahaha che ridere… Vorrei rincontrare i mie studenti di allora e farmi due risate anche con loro!

Visite: 156

Riccardo Milan

Riccardo Milan Professore, giornalista e blogger Professore della scuola alberghiera “Erminio Maggia” di Stresa; giornalista pubblicista (iscritto all'Ordine dei Giornalisti del Piemonte tessera n° 59377 del 6 - 6 - 1991), blogger con il blog Allappante.it, dall'ottobre 2017 linkato da La Voce di Novara on line; direttore della rivista "Paese Mio" edita dal Comitato Unpli del Piemonte; collaboratore di "Arcobaleno d'Italia"; ha scritto anche due libri di cucina, nonché altri di storia locale; si è occupato per anni di cultura materiale: vino, gastronomia, cucina per lo più tipica, storia di...; docente a tempo in alcuni centri di formazione professionale, anche nel carcere di Verbania; consulente per la realizzazione e gestione di carte dei vini, corsi e didattica sui vini e sui prodotti tipici. Ha collaborato ad inizio Duemila con la Fic (Federazione Italiana Cuochi), in segreteria e nella redazione della rivista "Il Cuoco". Allievo di Luca Maroni. Già membro dell'Aies, dell'Adam (diplomato Idrosommelier) e dell'Aims. Organizzatore e collaboratore di banchi di assaggio vini, Sanvino e il Lago d'Orta Wine Festival. Socio attivo di Slow Food, condotta verbanese. Socio ed ex presidente dell'Associazione Turistica Pro Loco di Omegna; membro da più mandati della Giunta Provinciale Unpli Vco e del Consiglio regionale Unpli, della Giunta del Piemonte da due mandati; e dal 2016 nel Consiglio nazionale Unpli. Vive sul Lago d’Orta.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.