Nuovi Gadget

Primo viaggio in treno post covid. Arrivi in auto al parking Lampugnano, mezzo vuoto. Venerdì pomeriggio. Entri in metrò, seguendo delle vie segnate sul pavimento. Si dovrebbe, in realtà molti se ne fregano e si muovono liberamente. Tutti, rossi gialli neri bianchi, però hanno la mascherina. Qualche naso fuori, pochi. Tutti si evitano, quasi tutti attendono negli spazi segnati. Alla Stazione Centrale fai dei giri lunghi per arrivare dove devi: transenne, nastri, adesivi sui pavimenti, vernice sulle scale mobili, termoscanner… Ti siedi e subito la polizia ti chiede documenti e dove vai. Sali sul treno e non hai nessuno davanti né di fianco. Ti regalano un sacchetto sgualcito di carta. Dentro una mascherina sigillata, un appoggiatesta usa e getta, fazzoletto singolo, acqua minerale liscia con bicchiere in carta cellophanato. Un’incredibile quantità di materiali usa e getta. Arrivo a Roma. Stazione Termini anch’essa con percorsi segnati. Anche lì, però, molti se ne fregano. Però anche lì, tutti con la mascherina. Che popolo, quello italiano! Abbiamo capito e facciamo. Ogni tanto un naso, un volto scoperto. Ma pochi e redarguiti dal personale. Anche qui ti provano la febbre. Prendi un taxi, Il taxista non scende e devi portare il bagaglio con te. Un plexiglass separa l’auto in due. Arrivi in albergo e anche lì percorsi obbligati, gel igienizzanti e un nuovo gadget da prendere nella stanza: un kit igienizzante per superfici… Un giorno di lavori distanziati, in sala e a tavola, e poi ritorni, stesse trafile, stessi gadget… arrivi a casa e ti lavi le mani, prima di toccare ogni cosa. Il covid è un duro, ma anche noi non scherziamo…

Visite: 133

Riccardo Milan

Riccardo Milan Professore, giornalista e blogger Professore della scuola alberghiera “Erminio Maggia” di Stresa; giornalista pubblicista (iscritto all'Ordine dei Giornalisti del Piemonte tessera n° 59377 del 6 - 6 - 1991), blogger con il blog Allappante.it, dall'ottobre 2017 linkato da La Voce di Novara on line; direttore della rivista "Paese Mio" edita dal Comitato Unpli del Piemonte; collaboratore di "Arcobaleno d'Italia"; ha scritto anche due libri di cucina, nonché altri di storia locale; si è occupato per anni di cultura materiale: vino, gastronomia, cucina per lo più tipica, storia di...; docente a tempo in alcuni centri di formazione professionale, anche nel carcere di Verbania; consulente per la realizzazione e gestione di carte dei vini, corsi e didattica sui vini e sui prodotti tipici. Ha collaborato ad inizio Duemila con la Fic (Federazione Italiana Cuochi), in segreteria e nella redazione della rivista "Il Cuoco". Allievo di Luca Maroni. Già membro dell'Aies, dell'Adam (diplomato Idrosommelier) e dell'Aims. Organizzatore e collaboratore di banchi di assaggio vini, Sanvino e il Lago d'Orta Wine Festival. Socio attivo di Slow Food, condotta verbanese. Socio ed ex presidente dell'Associazione Turistica Pro Loco di Omegna; membro da più mandati della Giunta Provinciale Unpli Vco e del Consiglio regionale Unpli, della Giunta del Piemonte da due mandati; e dal 2016 al 2020 nel Consiglio nazionale Unpli. Vive sul Lago d’Orta, fra Omegna e Bolzano Novarese.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.