Il Dolce Fiore Dolce di San Valentino

Proprio un’idea carina: un dolce dedicato alla Festa degli Innamorati. Non credo sia unico, in Italia come nel resto del mondo, ma di questo dolce e del suo realizzatore me ne ha parlato il loro (suo) efficiente ufficio stampa. Testi e soprattutto delle belle foto che pubblico volentieri come un augurio per gli innamorati. Perché la festa degli innamorati è bella, magari stucchevole, ma quando si ama è bello. Si sta bene. Dolce dedicato o meno, ovviamente. Ma questa è solo una bella allegoria.

Ma chi, dove, come? (Il quando e il perché già detti): il nuovo piatto è stato ideato dallo chef Alessandro Breda del Ristorante Gellius di Oderzo (Treviso); pensato appositamente per la festa degli innamorati di quest’anno e si chiama Un fiore per due. Per San Valentino abbiamo trasformato il fiore simbolo dell’amore in un dessert – spiega lo chef – realizzando una rosa in cui le note acidule del lampone si fondono con quelle morbide della vaniglia e del cioccolato bianco, servita su una base di mascarpone e meringa e guarnita con mirtilli e fiori eduli. Abbiamo immaginato il momento del dolce come una pausa intima a conclusione della cena, ecco perché la rosa sarà servita in un piatto unico, da condividere con la dolce metà, assaggio dopo assaggio”. Il piatto sarà proposto in abbinamento a Il Rubacuori, vino passito ricavato da uve stramature di centesimino della società agricola romagnola Poderi Morini.

Auguri, dunque, a chi è innamorato!

Visite: 131

Riccardo Milan

Riccardo Milan Professore, giornalista e blogger Professore della scuola alberghiera “Erminio Maggia” di Stresa; giornalista pubblicista (iscritto all'Ordine dei Giornalisti del Piemonte tessera n° 59377 del 6 - 6 - 1991), blogger con il blog Allappante.it, dall'ottobre 2017 linkato da La Voce di Novara on line; direttore della rivista "Paese Mio" edita dal Comitato Unpli del Piemonte; collaboratore di "Arcobaleno d'Italia"; ha scritto anche due libri di cucina, nonché altri di storia locale; si è occupato per anni di cultura materiale: vino, gastronomia, cucina per lo più tipica, storia di...; docente a tempo in alcuni centri di formazione professionale, anche nel carcere di Verbania; consulente per la realizzazione e gestione di carte dei vini, corsi e didattica sui vini e sui prodotti tipici. Ha collaborato ad inizio Duemila con la Fic (Federazione Italiana Cuochi), in segreteria e nella redazione della rivista "Il Cuoco". Allievo di Luca Maroni. Già membro dell'Aies, dell'Adam (diplomato Idrosommelier) e dell'Aims. Organizzatore e collaboratore di banchi di assaggio vini, Sanvino e il Lago d'Orta Wine Festival. Socio attivo di Slow Food, condotta verbanese. Socio ed ex presidente dell'Associazione Turistica Pro Loco di Omegna; membro da più mandati della Giunta Provinciale Unpli Vco e del Consiglio regionale Unpli, della Giunta del Piemonte da due mandati; e dal 2016 nel Consiglio nazionale Unpli. Vive sul Lago d’Orta.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.