Colpa dell’Europa…

Ci mancava anche questa fra i mantra della politica. Il consigliere (o assessore?) regionale che ieri era a Suno (No) per portare i suoi ed altrui saluti alla Giornata della Viticultura ha affermato “che è colpa dell’Europa” se ora abbiamo la popilla japonica. Cioè quel malefico coleottero asiatico che sta infestando le campagne a partire dalla Malpensa. Colpa dell’Europa? Un mantra senza senso che si usa ovunque, facendo finta di non sapere (o non sapere proprio) che la UE non ha competenze sulle frontiere dei singoli stati. I Paesi aderenti si sono accordati sì sulla libera circolazione delle persone e delle merci all’interno, ma le frontiere esterne, tipo la nostra con la Svizzera e gli, appunto, aeroporti internazionali sono di nostra competenza. La colpa, semmai, è nostra se di colpa si può parlare. Infatti, dovresti prevedere delle lunghe quarantene in aeroporto in sicurezza, aree di transito delle persone in cui si passino ai raggi bagagli e le persone ben più controllate. Il malefico coleottero è arrivato, male, come ne sono arrivati altri di allogeni nel corso dei secoli: insetti, animali, piante… Sempre colpa dell’Europa? Massì, un nemico ci vuole per dimostrare di esistere. Solo che fra gli astanti molti muovevano la testa in segno di diniego. Le idiozie molti le capiscono…

Bimba Incredula
Visite: 74

Riccardo Milan

Riccardo Milan Professore, giornalista e blogger Professore della scuola alberghiera “Erminio Maggia” di Stresa; giornalista pubblicista (iscritto all'Ordine dei Giornalisti del Piemonte tessera n° 59377 del 6 - 6 - 1991), blogger con il blog Allappante.it, dall'ottobre 2017 linkato da La Voce di Novara on line; direttore della rivista "Paese Mio" edita dal Comitato Unpli del Piemonte; collaboratore di "Arcobaleno d'Italia"; ha scritto anche due libri di cucina, nonché altri di storia locale; si è occupato per anni di cultura materiale: vino, gastronomia, cucina per lo più tipica, storia di...; docente a tempo in alcuni centri di formazione professionale, anche nel carcere di Verbania; consulente per la realizzazione e gestione di carte dei vini, corsi e didattica sui vini e sui prodotti tipici. Ha collaborato ad inizio Duemila con la Fic (Federazione Italiana Cuochi), in segreteria e nella redazione della rivista "Il Cuoco". Allievo di Luca Maroni. Già membro dell'Aies, dell'Adam (diplomato Idrosommelier) e dell'Aims. Organizzatore e collaboratore di banchi di assaggio vini, Sanvino e il Lago d'Orta Wine Festival. Socio attivo di Slow Food, condotta verbanese. Socio ed ex presidente dell'Associazione Turistica Pro Loco di Omegna; membro da più mandati della Giunta Provinciale Unpli Vco e del Consiglio regionale Unpli, della Giunta del Piemonte da due mandati; e dal 2016 al 2020 nel Consiglio nazionale Unpli. Vive sul Lago d’Orta, fra Omegna e Bolzano Novarese.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.