Vince l’Umbria il Primo Concorso Gastronomico fra le Pro Loco d’Italia Vaprio d’Agogna (No) 7 luglio 2019

0 Flares Filament.io 0 Flares ×

Il team delle pro loco umbre, della Valnerina, ha vinto il primo contest Gastronomico tra le Pro Loco d’Italia organizzato a Vaprio d’Agogna (No) il 7 luglio scorso. La giuria era composta da esponenti di alcune scuole alberghiere locali e centri di formazione: Domodossola, Varallo Sesia, Stresa e Busto Arsizio. In più Massimo Zanetta, presidente Unpli Novara e Gabriella Giacomelli, consigliere del comune di Domodossola. I giurati hanno apprezzato la ricercatezza, la bontà dei piatti proposti, nonché la capacità di lavorare in gruppo, superando le difficoltà oggettive dell’operare in un contesto inusuale. Il menù proposto dagli umbri era il seguente: Merluzzo su Roveglia (un pisello selvatico); Risotto all’ortica, salciccia e zafferano; Vitello con luppoli e tartufi neri estivi; Mela cotta con gelato al mosto.

Gli altri tre team: pro loco del Piemonte, associazione sardi e pro loco della Calabria hanno lavorato altrettanto bene ed è stato difficile per la Giuria assegnare il primo posto. Gli altri, tutti ex equo.

Il Concorso si è svolto nel parco della bella struttura del Castello di Vaprio, una casa forte tardo medievale, oggi casa vacanza La Dimora del Caccetta, ricordando nel nome la leggenda del personaggio storico che avrebbe ispirato a Manzoni la figura del don Rodrigo. L’idea della competizione è venuta ad un gruppo di imprenditori locali e ha avuto come capofila la locale Pro Vaprio e il Comune. Gara con sponsor, pranzo e cena sono serviti per raccogliere alcune migliaia di euro da destinare alle associazioni locali che si occupano di assistenza ai minori.

La cena ed il servizio, anche del mezzogiorno, sono stati curati dai docenti e dagli studenti delle scuole coinvolte. Il loro impegno volontario ha così contribuito al raggiungimento degli scopi prefissi dagli organizzatori. Il prossimo anno il tema sarà ribaltato: a cucinare le scuole aderenti e a giudicare esponenti delle pro loco.

Visite: 119
0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- Filament.io 0 Flares ×

Questo articolo è stato pubblicato in Cronache Locali e taggato come , , , , il da

Informazioni su Riccardo Milan

Riccardo Milan Professore, giornalista e blogger Professore della scuola alberghiera “Erminio Maggia” di Stresa; giornalista pubblicista (iscritto all'Ordine dei Giornalisti del Piemonte tessera n° 59377 del 6 - 6 - 1991), blogger con il blog Allappante.it, dall'ottobre 2017 linkato da La Voce di Novara on line; direttore della rivista "Paese Mio" edita dal Comitato Unpli del Piemonte; collaboratore di "Arcobaleno d'Italia"; ha scritto anche due libri di cucina, nonché altri di storia locale; si è occupato per anni di cultura materiale: vino, gastronomia, cucina per lo più tipica, storia di...; docente a tempo in alcuni centri di formazione professionale, anche nel carcere di Verbania; consulente per la realizzazione e gestione di carte dei vini, corsi e didattica sui vini e sui prodotti tipici. Ha collaborato ad inizio Duemila con la Fic (Federazione Italiana Cuochi), in segreteria e nella redazione della rivista "Il Cuoco". Allievo di Luca Maroni. Già membro dell'Aies, dell'Adam (diplomato Idrosommelier) e dell'Aims. Organizzatore e collaboratore di banchi di assaggio vini, Sanvino e il Lago d'Orta Wine Festival. Socio attivo di Slow Food, condotta verbanese. Socio ed ex presidente dell'Associazione Turistica Pro Loco di Omegna; membro da più mandati della Giunta Provinciale Unpli Vco e del Consiglio regionale Unpli, della Giunta del Piemonte da due mandati; e dal 2016 nel Consiglio nazionale Unpli. Vive sul Lago d’Orta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.