Azzardi Gastronomici

0 Flares Filament.io 0 Flares ×

Organizzare un percorso gastronomico all’aperto, di sera, tre giorni fa, in piazza Motta ad Orta, aria di lago umida e fredda incombente, è stato un azzardo. Un azzardo vinto e perso nel contempo: vinto perché nonostante i due gradi centigradi e l’aria carica di umidità, qualcuno c’era ad assaggiare i piatti proposti da sei, dicasi sei, chef stellati (e anche altro cibo di altri cuochi bavi non ancora stellati, mi sembra di ricordare) e relativo abbinamento col vino; perso perché un gran numero di interessati, me compreso, non ce l’ha fatta e si è rifugiato nei bar della piazza a bere e smangiucchiare qualcosa.

Ricordo per dovere di cronaca i sei coraggiosi chef (e relativi anonimi commis) che ci hanno provato: Fabrizio Tesse, Marco Sforza, Alberto Bai, Marco Miglioli, Francesco Oberto e Andrea Monesi… cercateli sulla rete.

Io, però, al Christmas Wine Festival di Orta San Giulio ci sono tornato il giorno dopo, sotto il tiepido sole del mezzogiorno, per assaggare i vini selezionati da Matteo Pastrello, sommelier di fama nazionale, ex di Villa Crespi con l’Antonino nazionale. Ho assaggiato un po’ tutto e qualcosa mi è piaciuto più altri: il Prunent di Eca, il Rubino di Cantavenna di Ca’ Ordano (simpatica ed energica proprietaria), il Dolcetto di Marco Capra e i vini di Paolo Ferri che sta prendendo il posto della Cascina Zoina…

Un commento sul Festival? Positivo ma con ampi margini di miglioramento… e magari meno azzardi!

Visite: 95
0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- Filament.io 0 Flares ×

Riccardo Milan

Riccardo Milan Professore, giornalista e blogger Professore della scuola alberghiera “Erminio Maggia” di Stresa; giornalista pubblicista (iscritto all'Ordine dei Giornalisti del Piemonte tessera n° 59377 del 6 - 6 - 1991), blogger con il blog Allappante.it, dall'ottobre 2017 linkato da La Voce di Novara on line; direttore della rivista "Paese Mio" edita dal Comitato Unpli del Piemonte; collaboratore di "Arcobaleno d'Italia"; ha scritto anche due libri di cucina, nonché altri di storia locale; si è occupato per anni di cultura materiale: vino, gastronomia, cucina per lo più tipica, storia di...; docente a tempo in alcuni centri di formazione professionale, anche nel carcere di Verbania; consulente per la realizzazione e gestione di carte dei vini, corsi e didattica sui vini e sui prodotti tipici. Ha collaborato ad inizio Duemila con la Fic (Federazione Italiana Cuochi), in segreteria e nella redazione della rivista "Il Cuoco". Allievo di Luca Maroni. Già membro dell'Aies, dell'Adam (diplomato Idrosommelier) e dell'Aims. Organizzatore e collaboratore di banchi di assaggio vini, Sanvino e il Lago d'Orta Wine Festival. Socio attivo di Slow Food, condotta verbanese. Socio ed ex presidente dell'Associazione Turistica Pro Loco di Omegna; membro da più mandati della Giunta Provinciale Unpli Vco e del Consiglio regionale Unpli, della Giunta del Piemonte da due mandati; e dal 2016 nel Consiglio nazionale Unpli. Vive sul Lago d’Orta.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.