Non si Mangiano Così Anche i Cavalli?

Una delle battute “brexiter” era quella di dire: “cosa ci facciamo noi con gente che mangia i cavalli?”. Niente, direi. Ma questo è importante? No, ma fa impressione agli anglosassoni che si mangi il cavallo, per loro un animale di compagnia. Come per noi il gatto, il criceto, il pesce rosso, il cane… Noi il cane non lo mangiamo, i cinesi sì!. Male? Male le condizioni degli allevamenti, semmai. Ma sono culture diverse. Fatti loro, cambieranno. La cucina del gatto costò il lavoro a Beppe Bigazzi, grande mito di Mamma. Eppure, durante le guerre, si mangiavano anche i gatti. Male? Sì, per noi. Magari non per altri e non sempre. E non parliamo poi di serpenti, rettili, pipistrelli… Noi non li mangiamo, altri sì. Il problema semmai è quello della caccia, degli allevamenti intensivi, dell’eccessivo consumo di carne… dei virus.

Dal sito del Comune
di Borgomanero

Anni fa una rivista americana parlò dei cibi strani del mondo. Fra i tanti piatti e località, anche Borgomanero (No) con il suo tapulone di asino. Ci fanno anche una festa annuale e due o tre ristoranti locali lo propongono sempre. Che dire? Che a Borgomanero non sembra strano, in USA sì. Culture diverse… Con buona pace dei “brexiter”.

Visite: 79

Riccardo Milan

Riccardo Milan Professore, giornalista e blogger Professore della scuola alberghiera “Erminio Maggia” di Stresa; giornalista pubblicista (iscritto all'Ordine dei Giornalisti del Piemonte tessera n° 59377 del 6 - 6 - 1991), blogger con il blog Allappante.it, dall'ottobre 2017 linkato da La Voce di Novara on line; direttore della rivista "Paese Mio" edita dal Comitato Unpli del Piemonte; collaboratore di "Arcobaleno d'Italia"; ha scritto anche due libri di cucina, nonché altri di storia locale; si è occupato per anni di cultura materiale: vino, gastronomia, cucina per lo più tipica, storia di...; docente a tempo in alcuni centri di formazione professionale, anche nel carcere di Verbania; consulente per la realizzazione e gestione di carte dei vini, corsi e didattica sui vini e sui prodotti tipici. Ha collaborato ad inizio Duemila con la Fic (Federazione Italiana Cuochi), in segreteria e nella redazione della rivista "Il Cuoco". Allievo di Luca Maroni. Già membro dell'Aies, dell'Adam (diplomato Idrosommelier) e dell'Aims. Organizzatore e collaboratore di banchi di assaggio vini, Sanvino e il Lago d'Orta Wine Festival. Socio attivo di Slow Food, condotta verbanese. Socio ed ex presidente dell'Associazione Turistica Pro Loco di Omegna; membro da più mandati della Giunta Provinciale Unpli Vco e del Consiglio regionale Unpli, della Giunta del Piemonte da due mandati; e dal 2016 nel Consiglio nazionale Unpli. Vive sul Lago d’Orta.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.