Categoria: Vini

0

Nel Mondo di Mezzo

Ricordo anche quella sera in cui lei venne a trovarmi portando con sé una bottiglia di champagne La Belle Vie che bevemmo penetrando nella notte, bicchiere dopo bicchiere. Il liquido dorato ci pervase e alla fine mi ritrovai nel letto, solo. Senza ricordi chiari, ma incrostato come una pietra di lago. Ora mi sveglio!

0

Sul Treno

L’ultima volta mi è tornato alla mente Saccoletto con i suoi vini originali, fermentazioni spontanee, assenza di solfiti…non ricordo esattamente. Ricordo però bene che mi piacque molto il bianco I Tigli e che lo ricercherò appena si potrà.

0

Il Vino della SubDiscordia

Confesso: la prima volta che ne ho sentito parlare, mi è sembrata una burla. Far maturare del vino sott’acqua!? Bah, boh!? Anni dopo ho incontrato la prima bottiglia della serie Abissi: ed era bella. Con una bella incrostazione, unica ed evocativa, valorizzata da un packaging intelligente. Ho cominciato a pensare che era stata una buona idea

0

Cose (belle) che capitano

Capita che in queste giornate di lockdown ti rilassi un poco seguendo una presentazione di vino (eh sì, proprio una passione) on line e che le parole e le descrizioni di chi assaggia ti portino con il pensiero sul Lago di Garda, nella Valtènesi bresciana, dove si fa un rosato che sembra avere stoffa, profumi e gusto lunghi: da assaggiare e, magari, passare di là se capita per visitare e comprare in loco.

0

Opulenti

Musica opulenta e vini altrettanto ricchi, corposi, ridondanti… ecco, seguo una lezione on line sui vini e la relatrice ci regala una compilation rock ispirata ai vini “super” degli anni che furono: i vini “super”, blend di vini e lunghi passaggi in barrique, vini “muscolosi” di alcol, tanto colore, morbidezza e profumi terziari a go go…

0

Assaggiare

Meglio affidarsi alla bocca e non alla testa, per scegliere il vino. Sennò paghi l’immateriale. Grazie Luca Maroni!

1

Nell’Astronave del Barolo

Sono in una casa moderna, semplice come un’astronave. In compagnia di tre signore appassionate di barolo. Sì barolo docg. Non sono delle sommelier, sono tre aliene oppure tre astronaute abituate a volare altrove.

0

Non Ne Vale La Pena

Il confronto è stato impietoso: là profumi ricchi, complessi, lunghi… qui povertà e in un caso anche una lieve puzzetta di ridotto (cimice?); là corpo, struttura, tannini ancora vivaci, qui magrezza, poco gusto, povertà… No davvero non ne vale la pena.

0

Ma Quanto Barolo C’è?

Leggo con interesse la polemica fra alcuni giornalisti e vari attori istituzionali sulla presenza negli hard discount di bottiglie di barolo docg a prezzi molto, troppo bassi per un vino così blasonato. Mi metto alla caccia e…ma prima una precisazione: quanto pago di solito il barolo docg? Lasciando stare i top level, una buona bottiglia di barolo docg venduta nell’anno viaggia sui 35 euro. Poi però… Poi però le trovi in giro, in rete a prezzi diversi… un casino. Ma non così come mi sono accorto, nel mio piccolo.

0

Da Monica a Giada a…?

una serie con il suo vino nebbiolo: il gioiello dell’azienda, il San Quirico. Orecchini, pendenti e bracciali con il rosso nebbiolo a colorare l’argento grigio. Li propone in abbinamento al suo San Quirico Colline Novaresi Nebbiolo 2009 per il San Valentino di quest’anno

0

Tutti i Vini del Mondo

Ier sera ho guardato il film “I recuperanti” di Ermanno Olmi su RaiPlay. L’ho rivisto, in realtà, perché lo vidi anni fa in Tv con mio padre che ne era entusiasta. Ed ora capisco perché: c’è il Veneto della sua infanzia, della fatica, della povertà, del culto della Grande Guerra, del disprezzo della guerra e dei potenti, dell’originale spirito anarchico che aleggia… c’è il vino.

0

Un Vino Rilassante

Ci piace e così, bicchiere dopo bicchiere, la finiamo. E poi stiamo bene, rilassati. Io leggo qualcosa e poi vado a nanna. Tranquillo, senza preoccuparmi se domani avemo un nuovo governo. Notte!

0

Le Tre Vite degli Ioppa

Una telefonata improvvisa sabato pomeriggio e via verso Ghemme, a caccia di vino. Sulla curva di Romagnano Sesia, giriamo a sinistra e siamo da Ioppa, azienda che non visitavo da anni e che con piacere ho ritrovato. “Manchi da parecchio” mi dicono. Sì, in effetti. Ma li conosco da sempre, sembrano quasi parenti.