Archivi categoria: Slow Food Verbano

Le Erbacce Buone

Davvero una cena sorprendente quella di ieri sera: breve, leggera e a base di erbe spontanee (ma non solo). L’ha ideata Maria Cristina, mia sodale in Slow Food Verbania, in collaborazione con il progetto Be My Chef per integrare richiedenti asilo, insegnando loro un lavoro.

La cena ha avuto un leggero antipasto con un Crostone con Crema Verde alle Erbe (mix di erbe spontanee) e un buon primo di Gnocchi verdi alla romana su fonduta di bettelmatt (con ortiche).

Buono, tutto buono. E tutti che dicevano: davvero si può mangiare? Sì, si può…

Visite: 71

Una cena dopo l’altra, un’arancia dopo l’altra

Giovedì questo, faremo un’altra cena con gli agrumi di Cannero, questa volta a Verbania. Sede il ristorante Villa Olimpia. Ma prima di avventurarci in un’altra esplorazione gastronomica a “chilometro zero”, un breve ricordo della cena della settimana scorsa, martedì per l’esattezza, a Cannero, Ristorante La Rondinella, sempre agrumi locali a farla da padroni. Chef ospite, Massimiliano Celeste de Il Portale di Verbania Pallanza.

Millefoglie di Alici

Menù leggero, come si conviene ad una serata: Millefoglie di alici, finocchio e arance rosse di Cannero Riviera. Buona; Cannelloni di pesce di lago con crema di asparagi e scorzette di limone canarone. Buoni; Tortino di lavarello con patate soffiate al profumo di clementine, pomodoro, capperi del Garda e olive taggiasche. Ottimo; Zabaione al moscato d’Asti, gratinato, con gelato agli agrumi di Cannero Riviera. Ottimo più.

Bene anche i vini dell’Azienda Agricola La Gironda: buono il Metodo classico 2014, sboccatura 2018, chardonnay e pinot nero; Piemonte doc sauvignon 2017, buono; ottimo il Moscato d’Asti 2018.

Vedremo cosa ci aspetta giovedì.

Visite: 72

C.O. C’ero anch’io!

C.O.Cannero’s Orange… un cocktail creato appositamente da Carmine Lamorte per valorizzare le meraviglie mediterranee e gli aromi e i sapori dei frutti di Cannero Riviera! Grazie Carmine! Grazie a Major Dry Gin, il distillato prodotto con gli agrumi di Cannero Riviera!

Grazie alla meravigliosa squadra di OrangeArancio e a Federica Cornalba e Federica Rabai che hanno raccontato a tutti coloro che si sono dati appuntamento sulla terrazza di SoleLuna/Centro Remiero l’affascinante storia dell’installazione paesaggistica #OrangeArancio.

Grazie ai soci della Condotta Slow Food Lago Maggiore e Verbano e a tutti coloro che hanno condiviso il magico momento della presentazione ( e della degustazione…)!

Piccoli grandi momenti di convivialità e di attenzione nei confronti delle risorse di un territorio.

E si continua! http://www.verbanianotizie.it/n1375062-gli-agrumi-di-cannero-a-milano.htm?utm_source=site&utm_medium=email&utm_campaign=20190324

Visite: 141

Se passate da Cannero…

Se passate da Cannero segnatevi questi appuntamenti:

Ringraziamo Verbania Notizie per la Foto della Locandina

Sabato 8 marzo, il pomeriggio dalle 16 ci sarà la presentazione dell’Installazione di Land Art e soprattutto la presentazione del cocktail C.O. CannerOrange studiato da Carmine Lamorte (consigliere nazionale ABI Professional), utilizzando le arance di Cannero Riviera e il gin prodotto da Major Company. Il tutto in collaborazione con la Condotta Slow Food del Lago Maggiore e Verbano;

Martedì 12 marzo, la cena degli agrumi all’Hotel Rondinella (ore 19,30): “quando gli agrumi di Cannero Riviera incontrano l’estro creativo di uno chef stellato… Massimiliano Celeste de Il Portale di Pallanza;

e tanti altri appuntamenti che potrete trovare sul sito www.agrumidicannero.altervista.org

Io andrò a questi due, per gli altri vedro!

Visite: 86

Bella Serata

Bella la serata di venerdì scorso organizzata da Slow Food Condotta del Verbano a Villa Olimpia, a Verbania Pallanza. Di scena alcuni prodotti selezionati da Slow Food: la polenta di Beura; i salumi della Valle Anzasca, marca Nero del Rosa, da allevamenti open air, maiali allo stato brado; i vini delle Colline Novaresi di Ca’ Nova (un ottimo rosato da uve nebbiolo e un altrettanto buon nebbiolo); le ricette di Maria Cristina Pasquali; i ragazzi richiedenti asilo che stanno imparando un mestiere (in sala e in cucina); e le persone che affollavano la piccola sala. Ed ora si scivola verso Cannero e suoi agrumi; e poi altre cene di Slow Food. Un corso sui vini… Non perder l’ora, come direbbe il Poeta.

Visite: 102