Archivi categoria: Appuntamenti

Un Corso a Ghemme

Non è la prima volta che organizzo un corso sui vini a Ghemme, ma questa volta c’è la collaborazione con l’Unpli ed altri soggetti interessati; poi a fare gran parte del lavoro ci sono due sommelier Ais. Interessante. Vi invito a leggere il programma e di divulgarlo. Ci vediamo a Ghemme?

Visite: 65

Incontro interessante

Questa è una notizia interessante. Leggo infatti su un comunicato che la “Cantina Tramin apre le sue porte il 29 ottobre” prossimo ed ospita un incontro tematico: E se ti dico Gewürztraminer?”, un incontro internazionale sul vitigno aromatico che ha molti sostenitori, ma anche (come un po’ per tutti) dei detrattori. “Sommeliers provenienti da 13 Paesi avranno l’opportunità di confrontare i vini delle due regioni più vocate alla produzione del traminer aromatico, l’Alto Adige e l’Alsazia, con degustazioni guidate da Willi Stürz per Cantina Tramin e Jacky Barthelmé per Domaine Albert Mann. Moderatore d’eccezione il critico Stephan Reinhardt di Robert Parker’s Wine Advocate: come profondo conoscitore del vitigno protagonista della kermesse… L’evento di fine ottobre vuole anche essere l’occasione per esplorare inaspettati abbinamenti gastronomici con l’intenso Gewürztraminer: durante la due giorni in Cantina Tramin si terrà un laboratorio sperimentale, dove spezie ed erbe verranno proposte con piatti abbinati al vino aromatico, per mettere in tavola menù avventurosi e non convenzionali”. Io il 29 ho scuola, ma magari qualcuno di voi può andare. Ecco a chi chiedere: cantinatramin.eventbrite.it www.CantinaTramin.it

Visite: 89

Gustus a Colli Berici, Vicenza

La decima edizione di Gustus – Vini e Sapori dei Colli Berici, dal 12 al 14 ottobre, si terrà a Villa Sangiantofetti Rigon di Ponte di Barbarano (Vicenza) con tre giorni di banchi d’assaggio, degustazioni guidate e convegni aperti al pubblico. Protagonisti dell’evento, organizzato dal Consorzio Tutela Vini Colli Berici e Vicenza e dalla Strada dei Vini Colli Berici, saranno i vini delle Doc Colli Berici, Vicenza e Gambellara. Saranno venticinque le aziende e oltre cento le etichette che porteranno in degustazione l’autoctono tai rosso, i bianchi pinot grigio e sauvignon e i grandi rossi a base di cabernet, merlot e carménère.
I tre giorni del banco d’assaggio saranno arricchiti da una serie di appuntamenti dedicati a pubblico ed esperti. Sabato 12 ottobre sarà presentata la Guida alle eccellenze enogastronomiche vicentine realizzata dal Giornale di Vicenza, mentre domenica 13 è in programma la masterclass I Colli Berici tra i grandi del mondo condotta da Gianni Fabrizio e Nicola Frasson: i curatori della Guida Vini d’Italia del Gambero Rosso confronteranno le etichette vicentine con i migliori vini rossi del mondo. La giornata di lunedì 14 ottobre sarà invece arricchita da due degustazioni tematiche dedicate alle diverse interpretazioni della Garganega e dei vitigni rossi che meglio si sono acclimatati nel territorio vicentino. Ristoratori e produttori associati alla Strada dei Vini Colli Berici porteranno inoltre in degustazione alcuni piatti tipici del territorio per accompagnare i calici.
Il banco d’assaggio sarà aperto al pubblico dalle 17.00 alle 22.00 di sabato 12 e dalle 16.00 alle 20.00 nei giorni di domenica 13 e lunedì 14 ottobre. Tutte le informazioni su www.gustus.stradavinicolliberici.it

Visite: 115

Vino e Letteratura a Mantova

Continua la secolare collaborazione fra letteratura e vino. Che è un po’ come dire: vino e vita. La letteratura racconta la vita (vissuta, immaginata, desiderata, odiata…); il vino aiuta (a viverla a sognarla, a desiderarla di più, a sopportarla…). Leggo dunque che la ventitreesima edizione del Festivaletteratura di Mantova avrà ancora come “bollicina ufficiale” lo Spumante Garda doc. Bollicine gradevoli che accoglieranno gli ospiti dal 4 all’8 settembre. Oltre trecento appuntamenti in programma. Si inizia mercoledì 4 settembre in Piazza Sordello e nella stessa piazza sarà allestito lo stand personalizzato dello spumante, punto di mescita per il pubblico. Il gazebo sarà aperto dall’aperitivo del pranzo all’aperitivo della cena. Le occasioni per brindare con le bollicine saranno molte: i momenti conviviali che avranno come protagonisti autori italiani e stranieri a Palazzo Castiglioni, le degustazioni riservate ai partecipanti degli incontri Contro il virus della noia, previsto nel pomeriggio di sabato 7 settembre al Teatro Bibiena, e Le parole per dirlo, in programma la mattina dell’8 in Piazza Castello. Per maggiori informazioni sull’evento visitare il sito www.festivaletteratura.it

Quasi quasi ci vado: un po’ per la letteratura, un po’ per la città e certo un po’ anche per il vino.

Visite: 89

Novità al Mottarone

Sabato 13 luglio è stato inaugurato il Parco Avventura e l’annesso Bar Stazione Mottarone in località Alpino di Gignese, sulla strada Borromea che porta in vetta. Le attività si inseriscono in un quadro ben più ampio di offerta turistica e per il tempo libero già esistente e di proprietà di Terre Borromee. La sorpresa è tanta, raggiungendo il punto di ristoro alla vecchia fermata del tram, che fino alla metà del secolo scorso collegava con linea ferrata Stresa al Mottarone: ci si aspetterebbe infatti di trovare il tipico luogo rustico, si scopre invece un ambiente moderno, sì in legno ma di stile minimalista, che bene però si inserisce nel contesto circostante. Grandi vetrate laterali, dove godere di una vista a 360 gradi, anche sul parco avventura che c’e di fronte e che promette grandi emozioni per i più sportivi. Al contempo il Bar, propone prodotti locali, oltre che bio e molti altri, facenti parte del Presidio slow food. Si va dal caffè qualità Etigua, alle tisane di produzione della Valle Cannobina, fino ad arrivare ai vini provenienti dai Vigneti Cantalupo di Ghemme.

Il punto di ristoro, garantisce anche una cucina in tema con la sua filosofia e legata a prodotti tipici, di cui Francesco Luoni,lo chef, ne è il garante. Per chi arriva dalla città, questa rappresenta sicuramente una meta ghiotta, sia per le attività sportive correlate e sia per gli amanti del cibo tipico e genuino.

Mirco Pastini

Visite: 174

Notte degli Aromi

Venerdì 9 agosto 2019 dalle 18.00 alle 24.00 Cantina Tramin apre al pubblico le porte della sua sede di Termeno (Bolzano) per la Notte degli Aromi. Una serata di degustazione dei vini abbinati a piatti a base di riso della Riseria Ferron, la più antica struttura di lavorazone artigianale ancora attiva in Italia.
Sarà Gabriele Ferron, chef e ambasciatore del riso nel mondo, a cucinare sei ricette in connubio con i vini selezionati da Cantina Tramin. Si inizia con Moriz Pinot Bianco e Insalata di riso cruditè a base di carnaroli integrale; Chardonnay con Insalata di riso mediterraneo rosso ermes; Pepi Sauvignon con Risotto carnaroli al basilico e burrata; Selida Gewürztraminer con Riso venere al pollo, ananas ed erbe aromatiche; Marjun Pinot Nero con Risotto all’isolana, vitello, maiale e cannella; Hexenbichler Schiava con Risotto, mele e speck dell’Alto Adige; per finire Roen Gewürztraminer con la Sbrisolona.
Una serata che prevede il coinvolgimento diretto di numerosi soci di Cantina Tramin, azienda cooperativa formata da 190 famiglie proprietarie di 260 ettari di vigneto.
Ad accompagnare la Notte degli Aromi dal tramonto a mezzanotte ottima musica, grazie al soul, blues della James Thompson & Band. L’evento è a ingresso libero e gratuito.

Visite: 135

Serata sulla Strada del Torcolato

A Breganze è tutto pronto per la notte bianca e rossa della DOC. Venerdì 21 giugno torna la Vespaiolona, l’appuntamento tra vigne e cantine organizzato dalla Strada del Torcolato e dei vini di Breganze in collaborazione con il Consorzio Tutela Vini D.O.C. Breganze. Dalle 19.30 di venerdì alle 2.00 di sabato saranno dodici le cantine della pedemontana che apriranno le loro porte per far degustare ai visitatori gli autoctoni Vespaiolo e Torcolato e gli altri vini della Doc, tra cui spiccano i rossi bordolesi. In ogni cantina assaggi delle migliori eccellenze gastronomiche del territorio e intrattenimento per grandi e piccoli. Circa 250 le persone in servizio per distribuire vino e cibo, un centinaio quelle impiegate per la sicurezza tra bodyguard, Alpini, personale della Protezione Civile e volontari.
Le Cantine coinvolte quest’anno sono: Cà Biasi di Dalla Valle Innocente, Cantina Beato Bartolomeo da Breganze, Col Dovigo, IoMazzucato, La Costa, Le Colline di Vitacchio Giampietro, Le Vigne di Roberto, Maculan, Miotti Firmino, Transit Farm, Vigneti dell’Astico e Vitacchio Emilio. Un servizio di bus navetta garantirà il collegamento tra la piazza centrale di Breganze e le diverse cantine, mentre il traffico privato sarà bloccato sulle strade interessate. Il servizio e l’accesso alle cantine sarà riservato ai possessori del kit-pass. Per motivi di sicurezza, la partecipazione alla Vespaiolona è a numero chiuso. 
Il programma completo è disponibile sul sito www.stradadeltorcolato.it e www.breganzedoc.it Per ulteriori informazioni è possibile contattare l’Associazione Strada del Torcolato e dei Vini di Breganze allo 0445 300595 o 333 1938773, o tramite email stradadeltorcolato@gmail.com

Vespaiolona 2019
Quando: venerdì 21 giugno 2019
Dove: Cantine della DOC Breganze (VI)
Orario: dalle 19.30 di venerdì 21 alle 02.00 di sabato 22 giugno
Parcheggio: gratuito
Costo: 26€ comprensivo di bus navetta per le cantine, bicchiere, tracolla portabicchiere, pass e sei assaggi di vino DOC Breganze. Non verranno somministrati alcolici ai minori di 18 anni, per i quali non è richiesto l’acquisto del kit-pass

Visite: 128

Brindisi Rosa

Il primo giorno d’estate, venerdì 21 giugno, le acque del lago di Garda e la Valpolicella si tingeranno idealmente di rosa. È questa infatti la data di #oggirosa, la manifestazione promossa dal Consorzio di Tutela del Chiaretto e del Bardolino per celebrare l’arrivo della bella stagione con il Chiaretto di Bardolino, il vino rosa della sponda veronese del lago di Garda. L’iniziativa prevede una serie di aperitivi, cene e degustazioni e coinvolgerà cantine, enoteche, wine bar e ristoranti del territorio gardesano e della Valpolicella.
A Torri del Benaco, sul Molo De Paoli, ci sarà l’aperitivo in rosa con AIDO, accompagnato dalla musica della Old Pepper Jess Band. Per l’occasione, grazie al Comune di Torri, all’imbrunire il Castello Scaligero verrà illuminato di rosa.
A Bardolino l’Hollywood Dance Club, tra i più celebri locali del lago di Garda, aprirà sulle note dei Friday Sinatra. A bordo piscina, durante l’happy hour, si festeggerà con il Bardolino Chiaretto Heaven Scent di Vigneti Villabella. L’azienda agricola Bigagnoli, invece, brinderà a #oggirosa sia a Calmasino di Bardolino, con un aperitivo in cantina, che a Garda, all’OsteriaA22.
Al ristorante Oseleta di Cavaion Veronese, una stella Michelin, lo chef Giuseppe D’Aquino abbinerà le sue creazioni al Chiaretto di Bardolino di Villa Cordevigo e Vigneti Villabella in una cena esclusiva, realizzata per l’occasione, a partire dalle ore 20.
Tenuta La Presa, invece, offrirà un aperitivo di Bardolino Chiaretto nei ristoranti El Brol a Costermano sul Garda, Bonaparte a Rivoli Veronese e Miralago a Pastrengo.
In Valpolicella, a Pedemonte, al Wine Shop di Tommasi Family Estates, verrà offerto un calice di Bardolino Chiaretto Granara e sarà possibile acquistare i tre vini rosa prodotti sul lago di Garda, in Oltrepò Pavese e in Puglia ad un prezzo scontato. Sempre a Pedemonte, anche l’azienda Santa Sofia applicherà degli sconti sull’acquisto di Chiaretto di Bardolino.
Giunta alla sua seconda edizione, la campagna #oggirosa è nata per volontà dei sei Consorzi (Chiaretto di Bardolino, Chiaretto Valtènesi, Cerasuolo d’Abruzzo, Castel del Monte, Salice Salentino, Cirò e Melissa) che hanno aderito a RosAutoctono, l’Istituto del Vino Rosa Autoctono Italiano. La manifestazione infatti è la risposta nazionale all’International Rosè Day, in programma il 28 giugno in Provenza e dedicato esclusivamente ai rosé provenzali. Non solo a Bardolino e in Valpolicella dunque, ma anche negli altri territori della penisola si festeggerà l’estate con una serie di eventi e iniziative dedicate ai vini rosa.

Visite: 159

Porte aperte nelle cantine del Trasimeno (sarebbe bello andare!)

Il cuore dell’Umbria torna a colorarsi di rosa per la seconda edizione del Trasimeno Rosé Festival. Nella giornata di sabato 22 giugno 2019 il Consorzio Tutela Vini Trasimeno lancerà la prima bottiglia consortile: un rosé che si potrà assaggiare nelle cantine del Consorzio aperte per l’occasione e in 40 ristoranti del territorio.
“L’etichetta creata dal Consorzio – spiega Emanuele Bizzi, Presidente del Consorzio Tutela Vini Trasimeno – è un rosato ottenuto dai vitigni coltivati in questo areale, che nasce dalla collaborazione di tutte le cantine associate e che abbiamo chiamato Trasimeno Rosé. È un vino che interpreta a pieno il nostro territorio: fresco, sapido e dall’aroma fruttato, perfetto per i brindisi estivi in riva al lago e che abbiamo scelto come calice di benvenuto per tutti coloro che parteciperanno al Festival”.
Le aziende proporranno per tutta la giornata visite in vigna e alle cantine, oltre a degustazioni guidate per scoprire i vini che nascono nell’area del Lago Trasimeno. I produttori che aderiscono alla giornata sono Cantina Berioli, Azienda Agraria Carlo e Marco Carini, Castello di Magione, Duca della Corgna, Vitivinicola Il Poggio, La Querciolana, Madrevite, Montemelino, Cantina Nofrini, Podere Marella, Pucciarella, Terre del Carpine, Poggio Santa Maria, Viandante e Coldibetto.
A partire dall’orario dell’aperitivo 40 ristoratori del territorio offriranno ai clienti un calice di benvenuto del rosé consortile, che ben si accompagna ai piatti della tradizione come il pesce di lago e la Fagiolina del Trasimeno. Tutti i locali si trovano nei borghi che circondano il lago: Castiglione del Lago, Paciano, Panicale, Passignano, Corciano, Città della Pieve, Magione, Piegaro e Tuoro.
La manifestazione si terrà anche quest’anno in concomitanza con la Notte Romantica organizzata da I Borghi più belli d’Italia, che ha inserito nella sua guida cinque dei paesi che sorgono sulle sponde del Trasimeno. I nomi dei locali e delle cantine aderenti sono disponibili sul sito www.trasimenodoc.it

Visite: 213

Tre amici nel Monferrato

Beh, di amici nel Monferrato ne ho di più. Ma che producano grignolino solo tre, due di questi parteciperanno alla rassegna Di Grignolino in Grignolino. Occasione unica per assaggiare uno dei vini più negletti del Piemonte. Uno di quelli che si ama o si detesta. I due sono l’originale, poetico e talentuoso Pietro Arditi della Cantine Valpane (https://cantinevalpane.com/). Da provare assolutamente tutti i suoi vini; poi le sorelle (e fratello e padre e madre, ma chissà perché le due s notano di più!) Beccaria dell’omonima azienda (https://www.beccaria-vini.it/it/beccaria-vini-doc-del-monferrato/). Simpatici, bravi, mai paghi… anche loro da assaggiare. Infine, ma non è nella rassegna, la famiglia Zanello che con i vini della Tenuta Ginevrina (http://www.zanello-vini.it/azienda.html) ci regala ottime sensazioni. Da provare anch’essi! Se andate, magari ci si vede lì. Prosit!

Visite: 169

Cosa fare domenica? (enogastronomici dilemmi locali)

Ecco, questa domenica qui, intorno al Lago d’Orta c’è l’imbarazzo della scelta: a Novara infatti c’è “Di bolla in Bolla”: grande opportunità di degustare ottimi spumanti metodo classico e di seguire interessanti masterclass. Vedete qui il programma: https://www.dibollainbolla.it/. Se si opta per Novara, consiglierei un paio di puntate gastronomiche serali: l’Osteria Cascina Pichetta di Cameri, bella location e cucina saporita, simpatia e professionalità (http://www.cascinapicchetta.it/); e l’Arianna di Cavaglietto, locale elegante, romantico, cucina raffinata e modernamente tradizionale. Da provare! (https://www.ristorantearianna.net/)

Oppure, potete salire verso nord, in Ossola, dove c’è la prima edizione di Ossola in Cantina: micro tour alla scoperta dei recenti vini del nord nord Piemonte (https://www.facebook.com/ossolaincantina/). Ben otto cantine (pochi anni fa erano due), fra cui una scuola (agraria di Crodo)! Anche qui, se avete voglia, un paio di ristoranti da consigliarvi: La Meridiana di Domodossola, locale raffinato ed elegante (http://www.ristorantelameridiana.com/); e il Divin Porcello di Masera, un locale originale in cui convivono tradizione e modernità (https://www.divinporcello.it/).

Se volete, infine, c’è la coda -l’ultimo giorno- della Mostra del Vino di Ghemme: un’ottima occasione per assaggiare i vini di Ghemme con una saporita cucina da festa paesana. Se non siete ancora sazi, vi consiglierei di cenare nel Ricetto di Ghemme, alla Casa degli Artisti (https://www.facebook.com/SpazioE/), dove una cuoca creativa vi potrà sorprendere; oppure al Cavenago (http://www.ilcavenago.it/), ottimo agriturismo sulla collina vitata.

Ecco, appunto: cosa fare domenica?

Visite: 211

Le Erbacce Buone

Davvero una cena sorprendente quella di ieri sera: breve, leggera e a base di erbe spontanee (ma non solo). L’ha ideata Maria Cristina, mia sodale in Slow Food Verbania, in collaborazione con il progetto Be My Chef per integrare richiedenti asilo, insegnando loro un lavoro.

La cena ha avuto un leggero antipasto con un Crostone con Crema Verde alle Erbe (mix di erbe spontanee) e un buon primo di Gnocchi verdi alla romana su fonduta di bettelmatt (con ortiche).

Buono, tutto buono. E tutti che dicevano: davvero si può mangiare? Sì, si può…

Visite: 228